giovedì 12 aprile 2018

Kizoku Tantei





Dettagli


-Titolo: Kizoku Tantei
-Titolo Originale: 貴族探偵
-Titolo Romanizzato: Kizoku Tantei
-Genere: Commedia / Giallo
-Anno: 2017
-Diretto da: Nakae Isamu, Kanai Hiro, Aizawa Hideyuki 
-Durata: 11 episodi 



Cast.

Aiba Masaki è Kizoku Tantei
Takei Emi è Takatoku Aika
Namase Katsuhisa è Hanagata
Okayama Amane è Tsunemi
Igawa Haruka è Kitami Kiriko
Takito Kenichi è Satou
Nakayama Miho è Tanaka
Matsushige Yukata è Yamamoto
Nakama Yukie è Suzuki



                         Trama



Definirsi "Nobile Detective" e lavorare sul campo solo per passatempo. Kizoku Tantei è il tipico uomo pomposo che farebbe venire l'ulcera anche a chi vive di meditazione.
Detective che non fa deduzioni, non mette mano sui casi, e che rimane seduto sul proprio trono di velluto... a guardare gli altri lavorare.
Elegante, raffinato e presuntuoso... Kizoku Tantei, accompagnato da una tripletta di affidabilissimi servitori e la propria casa-tenda viaggiante, diventa la palla al piede della giovane Aika, ex allieva della famosa Detective Kitami Kiriko, la quale vive  alla luce di un solo obiettivo: la verità legata alla morte della sua maestra.




• Il fascino del non sapere •





Tutti nella vita, prima o poi, si trovano davanti al gusto della curiosità.
La voglia di scartare i regali a Natale, quella di rompere le uova a Pasqua per scoprire quale sorpresina si nasconde al loro interno.
Ah, saporita curiosità.

Cosa si nasconde nelle pieghe scure dei buchi neri?
Quanto corre veloce un pensiero?
Ogni attimo della vita porta con se la bellezza del dubbio, quel pizzicore che ti mantiene sveglio ed attento ad ogni ora del giorno.
Lavorare per sapere, puntine di ferro colorato, appese a lavagnette di sughero... in studi disordinati e dalla luce traballante.
La vita del detective è tutta un forse ed un mah, intricata vita di sospetti e certezze tardive, di passi falsi e ottime deduzioni.
Odore d'inchiostro e sirene spiegate.




 » Verità, bene di lusso « 



Aika si trova catapultata in una realtà incerta che farebbe paura anche a chi... di realtà capisce poco.
Dalla concretezza di una famiglia, formata da lei e dalla maestra Kitami Kiriko, la giovane detective si ritrova da sola... ad affrontare la continua sfida con il dubbio, piangendo lacrime di rassegnazione... perché l'ovvio non sembra così ovvio.
Il silenzio di una caduta, pagine bianche e tuffo nel vuoto, lo sguardo presuntuoso di un nobile avversario.
La verità stretta tra dita avvolte da guanti di velluto bianco.
Sangue, sapore di ruggine, porte chiuse e cancelli maestosi.
Una vita d'oro e seta che non tutti possono assaggiare.
L'aristocratica conoscenza, il divieto rosso e blu.
Quanto costa sapere, quanto costa supporre, tanto costa immaginare.
La verità nascosta... non è accessibile, è una libreria del 1300, è un bene di lusso.
Un bene... nobile.

Buona visione!



- - - - - - - - - -



( Scrivete sempre in oggetto il titolo del Film/Drama/MV )


U & I risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook e Twitter!

20 commenti:

  1. voevo propio vedelrlo vi ringrazio per averlo tradoto e sopratutto quando c'e un Arashi mi ci fiondo subito percio vado subito a chiedere il link.ciao e grazie per il momento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli Arashini meritano sempre :P
      Torna a dirci come ti è sembrato il drama

      Elimina
    2. Ciao Anto, facci sapere se ti è piaciuto ^_^

      Elimina
  2. salve
    rispetto ad altre serie commedie-giallo giapponesi che ho visto questa presenta molte novità che rende carina la visione.
    mi piace poi ,anche se può risultare monotono,il vecchio stile di riunire tutti i colpevoli in una stanza e dichiarare il colpevole.
    ciò che mi è piaciuto meno son stati il personaggio dell'ispettore,e l'attore scelto per fare il protagonista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che è un drama criminale diverso dal solito, penso che ognuno ha il suo stile, qui c'erano Aiba e i suoi tre servitori di fiducia, un po' come in Nazodì dove è sempre il cameriere che risolve le magagne XD però. Ti dirò che a me l'ispettore invece è piaciuto molto proprio perché in tutta quella serietà spezzava l'atmosfera con le sue scenata comiche XD

      Elimina
    2. Ciao Giovanna!
      Piace anche a me il fatto che riuniscano tutti nella stessa stanza per poi svelare il vero colpevole. Rende l'atmosfera più tesa u.u

      Elimina
    3. Ciao!
      Anche io sono Team #HanaSan HAHAHAHA, devo dire che la presenza di questo personaggio, ha reso meno pesante l'intera opera... con quelle sparate inutili ma piene di tempistica hahaha.

      Elimina
    4. Penso che la produzione volesse puntare più sul nome di Aiba (in quanto membro degli Arashi) che sulla qualità della sua recitazione (che a mio avviso è sempre stata molto molto modesta).

      Elimina
  3. ciao
    e come ogni buon drama giapponese molte cose son facili da capire per poi arrivare a un finale che non ti aspetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, le produzioni jap ti sorprendono sempre nei finali.
      Spero che la serie ti sia piaciuta ^_^

      Elimina
  4. Da dove comincio? Ci sono tante cose da dire!
    Storia originalissima. Da quando il detective non svela le indagini e il colpevole ma lascia fare e dire tutto ai suoi servitori? Che poi sia un nobile, dongiovanni e di bella presenza è un surplus!
    Il poliziotto (Hana-san) che non capisce mai nulla ci deve essere d'obbligo e rende tutto più divertente e la giovane e inesperta detective è tenera e fondamentale per risolvere davvero i casi.
    Perfetti e ben costruiti i personaggi dei servitori. Tutti gli attori davvero bravi nei loro ruoli e divertenti i momenti quando ricostruiscono le scene degli omicidi, con le interpretazioni delle vittime e colpevoli.
    Mi sembra doveroso spendere due parole sul protagonista.
    Si parla degli Arashi e loro ormai si sa che indistintamente sono una garanzia,oltre che di ascolti anche di bravura.
    Aiba ha affrontato degnamente un nuovo ruolo a lui mai imputato: il latin lover e il figo della situazione, siamo sempre abituate a vederlo in altre vesti e non sembrava quasi neanche lui il "Kizoku" ma a me è piaciuto moltissimo in questo ruolo. Inutile dire quanto fosse fighissimo con quel look,i capelli, i vestiti, si commenta da solo.
    Spendo una parola anche per la Ost " Ill' be there" è stupenda!! (Ma sfido a trovare una canzone brutta degli Arashi.) Ma vorrei proprio trovare qualcuno che poi giunto alla fine dell'episodio non canticchiava " I'll be with you. you you I'll be therer for you you for you you " XD
    Concludo invitando molti alla visione di questo drama perchè merita molto e sono sicura troverà molti consensi.
    Ancora grazie a tutti per i sub!

    Chiara-Haru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chiara-Haru, che bel commento positivo! :3
      Tra tanti drama polizieschi simili, ci voleva una ventata di novità anche in questo genere. Ne ho visti molti ed alla fine la struttura si somiglia su quasi tutti.
      Qui c'è la particolarità del detective che se ne sta buono sulla sua poltrona a guardare il tutto come se fosse uno spettatore. A fare tutto il lavoro sono i suoi servitori e direi che non è cosa da tutti. XD
      Ho visto talmente tanti drama degli Arashi che non posso darti torto. Anzi, ho iniziato a vedere drama proprio a causa loro (nello specifico: Jun).
      Ma, devo essere sincera, Aiba è l'ultimo che avrei visto nel ruolo del dongiovanni. XD
      Le ost sono una cosa incredibile: ti entrano in testa e tu nemmeno te ne accorgi. @_@
      Poi, le canzoni arashiche, hanno sempre un ritmo orecchiabile, quindi è ancora più facile che questo accada!
      Grazie a te, Chiara!♥

      Elimina
    2. Ciao Haru, grazie mille per questo bel commento, molto strutturato.
      Sono contenta che questa proposta ti sia piaciuta.
      Un po' a malincuore la stavamo mollando quando abbiamo visto che altri lo stavano traducendo, ma abbiamo deciso di portare a termine il progetto nonostante tutto.
      Aiba ad essere sincera non è tra i miei attori preferiti, tra gli Arashi stessi preferisco Sho e Nino, ma di certo l'ho trovato maturato rispetto a Bartender (lì mi prendevo a schiaffi in faccia da sola per tenermi sveglia!)
      La ost come sempre è una garanzia, la canticchiavo anche io e la scena era identica a quella che hai descritto anche se...
      Da vecchia appassionata, mi sento di azzardare che Truth resterà insieme a Belive la migliore in assoluto!

      Elimina
  5. lo visto con piacere vi volevo ringraziare tantissimo perche spaziate da drama di tantissimi generi.siete sempre per me i migliori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per apprezzare le nostre scelte, Antonio <3

      Elimina
  6. Ciao ragazze, finalmente ho trovato il tempo di guardarmi anche questo drama! L'ho visto tutto in un fiato!
    La storia mi è piaciuta parecchio, parte lenta ma alla fine il ritmo diventa incalzante! Ho amato i tre servitori XD
    Sono contenta di averlo guardato,se non fosse stato per la presenza di Aiba-chan probabilmente non l'avrei degnato nemmeno di uno sguardo e mi sarei persa qualcosa di davvero carino.
    Che dire gli Arashi rendono sempre tutto perfetto e finalmente sentire I'll be there sul "suo drama" è stato stupendo, era perfetta! *___*
    probabilmente non si nota affatto che sono un'arashian (≖ᴗ≖)
    Come al solito non posso far altro che complimentarmi con voi! Grazie infinite ragazze i vostri sottotitoli rendono la visione, di qualunque cosa, migliore! ❤

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Inori-chan!
      È una cosa comune quella di guardare determinati drama solo per la presenza di un preciso attore! Magari, se non ci fosse stato, saremmo passate oltre!
      Grazie, che bel complimento che ci hai fatto! *_____*

      Elimina
  7. L'ho finito qualche giorno fa e devo dire alla fine ero curiosa di vedere cosa sarebbe successo e se era veramente lui il responsabile. In realtà lo speravo in parte che fosse cattivo, l'avrei trovato più affascianante come personaggio o almeno avrei voluto scoprire il suo nome...
    All'inizio un po' l'ho trovato ripetitivo, poi però con il mistero della morte della maestra diciamo che ti prende. A questo punto spero in un seguito per scoprire per lo meno la sua vera identità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao vampiretta,
      i polizieschi tendono ad essere piuttosto ripetitivi, l'unica cosa che cambia è la storia di fondo dei personaggi. E meno male che c'è.
      Chissà, finora non mi è parso di leggere di un sequel ma... mai dire mai!

      Elimina