lunedì 30 aprile 2018

A lezione di Storia... Coreana - La medicina in epoca Joseon




Bentornati amici in questo angolo.
Le lezioni di Storia coreana riprendono, speriamo sempre che gli argomenti trattati possano essere di vostro gradimento.
Oggi parliamo di... MEDICINA IN EPOCA JOSEON.
Per poter affrontare un discorso così complesso, bisogna fare un breve riferimento storico/geografico.
La Corea, nello sviluppo delle proprie nozioni scientifiche è stata fortemente influenzata dalla vicinanza di paesi come la Cina. In Cina, alla medicina tradizionale (solitamente ricondotta all'agopuntura) si associava il lavoro degli "speziali".
La figura dello speziale, nella Joseon di un tempo, era fondamentale ed aveva un ruolo di grande importanza soprattutto nella vita di corte. Proprio qui infatti gli avvelenamenti erano all'ordine del giorno, era quindi indispensabile la presenza di una persona competente che sapesse utilizzare le erbe, per la preparazione di medicine, unguenti ed "elisir" miracolosi.
Proprio all'epoca Goryeo (ovvero il periodo dell'antica Joseon), risalgono i primi miti sull'arte medica...
Grazie all'inizio degli scambi commerciali con paesi come l'India e la Cina, in Corea giunsero delle erbe che permisero la preparazione di medicine del tutto sconosciute per l'epoca. Si narra infatti che i primi conoscitori dell'ARTEMISIA e dell'AGLIO, siano stati proprio i coreani che realizzarono più di 300 preparazioni mediche differenti.
Ad un certo punto però, con l'aumentare della mole di lavoro lo speziale, iniziò ad avere bisogno di supporto, comparvero quindi le prime "infermiere" che seguivano un vero e proprio praticantato, istituito dal re Taejong.
La cultura prevalentemente "maschilista" che viveva in epoca Joseon inoltre, non ammetteva alle pazienti donne di essere visitate da medici uomini, ciò portò alla perdita di numerose vite fino a quando, si giunse alla conclusione che alle domestiche del palazzo venisse insegnata l'arte medica...
Assistiamo così alla nascita delle prime DONNE MEDICO della storia, seppur non realmente
riconosciute, esse avevano il compito di salvare le donne. La presenza delle donne medico a corte ammontava a 12, di queste 10 erano affidate alla cura della persona della regina, le altre 2 rimanenti per casi di "urgenza". Ma anche il ruolo di queste "dottoresse" del passato aveva dei limiti: esse non potevano infatti prescrivere delle medicine. Potevano:
- Assolvere al compito di ostetriche e aiutare durante il parto.
- Curare il mal di denti, di pazienti donne.
- Applicare l'agopuntura.
- Ascoltare il battito cardiaco delle pazienti.
Quando tutto ciò avveniva, il medico formale, attendeva pazientemente fuori dalla porta perché non gli era concesso, secondo la religione Confuciana, sfiorare il gentil sesso.
Con il passare del tempo il ruolo di queste intrepide professioniste venne relegato al compito di "gisaeng" le equivalenti "geishe" giapponesi, che esistevano esclusivamente per "allietare" il soggiorno degli ospiti.
Giungiamo finalmente a parlare di quella che per i coreani viene chiamata MEDICINA TRADIZIONALE, ovvero la disciplina medica derivante dal "yakchim" l'arte dell'agopuntura giunta dalla Cina.
L'agopuntura consisteva nell'utilizzo di aghi, inseriti in condotti nervosi che rendano più fluido lo stato fisico del paziente.
Questa antichissima arte è giunta fino a noi occidentali, e sembra non voler mai passare di moda, ma in epoca Joseon, era uno dei pochi rimedi per affrontare malattie sconosciute, seppure epidemie di malattie infettive dilagavano ugualmente.
Non entro in particolare di questa disciplina, perché non sono competente in materia, ma di per certo al giorno d'oggi medici "tradizionali" esistono ancora, anche nella formazione medica in Corea, lo studio dell'agopuntura è sempre all'ordine del giorno.Resta il fatto che la medicina coreana tradizionale e il confucianesimo andassero di pari passo, non è affascinante pensare a come un popolo sia riuscito a trasformare in scienza medica le
proprie credenze?!
A voi l'idea dell'agopuntura attira, oppure siete restie all'idea di tutti quegli aghetti?
Personalmente quando vedo le immagini con aghi sul viso mi fa un po' impressione x°D eppure non ne ho paura!
Voi che ne pensate?! Fateci sapere.
E prima di salutarvi e lasciarvi al prossimo angolo di Storia coreana...


Consigli Dramosi: Siete curiose e affascinate dal mondo della "magia" e della medicina tradizionale coreana? Bene allora questo è il drama che fa per voi! Oggi vi proponiamo Faith (del 2012), con il nostro bel Lee Min Ho (ormai arruolato, lo rivedremo tra un paio di anni) nel ruolo del valoroso generale Choi  Young (ammetto che rivederlo in abiti storici non era per niente spiacevole) alle prese con una strana dottoressa proveniente dal futuro che, dovrà gettare alle ortiche tutti i comfort legati alla medicina moderna e dovrà riprendere a preparare le proprie medicine "manualmente" per salvare i propri pazienti. E lì dove la scienza non basterà più... Interverrà il destino a dare una mano a questa stramba coppia! Voi lo ricordate questo drama? Parliamone!


martedì 24 aprile 2018

Somehow 18

❣ Dettagli:
Titolo: Somehow 18.
Titolo in romaji: Eojjeoda 18.
Titolo Originale: 어쩌다 18.
Genere: Romantico, fantasia, scolastico.
Episodi: 2.
Anno: 2017.
Trasmesso: dal 28 Agosto 2017 all'8 Settembre 2017.
Canale: Naver TV Cast, JTBC.
Direttore: Kim Do Hyung.

❣ Cast:
Choi Minho è Oh Kyung Whee.
Lee Yoo Bi è Han Na Bi.
Kim Bo Mi è Oh Yi Do.
Kim Hee Chan è Jang Seul Ki.
Yoo Joon Hong è Ma Ki Ho.
Choi Min Suk è Baek Jin Wook.

❣ Trama:
Oh Kyung Whee è un ragazzo abbastanza chiuso in sé stesso, dedito allo studio.
I libri sono una sorta di fuga dalla realtà, dato che in essa è preso di mira dai suoi compagni di scuola, i cosidetti bulli.
Anche se... cerca di fuggire anche in altro modo ma verrà fermato da Na Bi, un'altra sua compagna di classe. La ragazza, però, si toglie la vita all'improvviso.Questo è un avvenimento che segna nel profondo Kyung Whee. 

10 anni dopo, infatti, lo ritroviamo in ospedale, gli studi hanno portato i loro frutti ed ora è un ortopedico. Ma, il suo cuore è rimasto fermo a 10 anni fa. Non riesce proprio a togliersi dalla mente quella ragazza.
Proprio nell'ennesimo momento di smarrimento, gli viene data un'opportunità... ovvero, di seguire il "bianconiglio" e tornare indietro nel tempo!



❣ Il primo amore, si sa, non si scorda mai!
Se potreste tornare indietro nel tempo, ci sono cose che vorreste cambiare? O lascereste tutto così com'è?
Anzi, la vera domanda è: secondo voi, il Destino si può cambiare o una volta che è stato scritto, rimane invariato?
Questo web drama, nel suo piccolo, è in grado di rispondere a tutte queste domande.
Quando si incontra la propria anima gemella, non c'è niente che si possa fare, non te la togli dalla mente e dal cuore. È lei e basta.
Non si ascolta nemmeno chi si ha intorno, d'altronde: "il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce", giusto per fare una citazione! 
Ad ogni modo, Kyung Whee sa che se ha fatto tanta strada è proprio merito delle parole di Han Na Bi. Sa che nessuno potrà mai sostituirla.
Quindi, quando le lancette dell'orologio iniziano a muoversi all'indietro, che fare se non buttarsi a capofitto in quell'avventura, tentando il tutto e per tutto per salvare la donna che si ama?




U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook,Twitter e Instagram!


sabato 21 aprile 2018

≈ TAKOYAKI - たこ焼き ♪

Ciao ragazze e ragazzi! U & I  presenta  " U & I in Cucina ", la nuova rubrica fatta di morsi e fornelli. Ogni "episodio" di questa rubrica, conterrà la ricetta e qualche cenno storico-sociale della leccornia scelta!
Ci tengo a precisare che le ricette sono rivisitate da me e che quindi, possono presentare imperfezioni; sul web si trovano tantissime ricette diverse, provate più volte per trovare quella che più si adatta al vostro modo di cucinare.
Le dosi di quelle rivisitate da me, sono sempre  " sostanziose " in quanto quando preparo qualcosina, devo sfamare più persone hahaha. Detto questo, buona lettura e aspetto i vostri commenti, le vostre "prove"!






EPISODIO 6!

 ≈ TAKOYAKI - たこ焼き ♪

Una panchina, risate in sottofondo, petali di ciliegio svolazzanti, uno stecchino a due denti che piano affoga in un nodo di mayonese.
L'aria tiepida, i primi baci dell'estate, un sorriso sincero e qualche sorso di coca cola fresca.
La magia dei manga e degli anime, si nasconde dietro alle sensazioni che questi lasciano; ad occhi chiusi è già Estate, seduti ai piedi di un edificio scolastico tinto di bianco, con i piedi a punte incrociate... sotto la grande chioma di un ciliegio fiorito.
Un contenitore di cartone decorato, la mano a reggerlo senza problemi, l'armonia della condivisione.






→ 1 uovo sbattuto
→ 1tsp di dashi in polvere, sciolto in acqua fresca 2-3 cups
→ 1 tsp di soia
→ sale q.b.
→ 100g farina 00
→ 80g di polpo
→ 2tsp lievito in polvere
→ erba cipollina o tonno essiccato in petali

p.s. servirà la piastra per takoyaki - adattabilissima la piastra per le cakepops.


Piccole sfere paradisiache, fresche e bollenti, croccanti e morbide.
Takoyaki, street food Giapponese per eccellenza, sono le conosciutissime sfere di impasto morbido, polpettine di polpo impreziosite da una pioggia di mayonese e salsa okonomiyaki ed arricchite da fiocchi di tonno essiccato.
Sono il simbolo della cucina di Osaka, ricca di gusti singolari e ricette semplici, fatta di piatti facilmente individuabili nei manga e negli anime.
Osaka, nata sul mare, offre una perfetta variante di gusti del grande blu, ed è proprio da questo che nasce la fantasia di intrappolare cubetti di polpo, in un impasto tenero e gustoso, mescolando il gusto libero dell'oceano a quello della terra ferma.






Per cuocere il polpo fresco, portare ad ebollizione l'acqua, inserire il polpo tenendolo dal capo e tirare fuori per un paio di volte, finché i tentacoli non inizieranno ad arricciarsi.

Avvenuto ciò, lasciar andare il polpo in acqua, aggiungere il sale e lasciar cuocere per 45 minuti circa.




Per il polpo surgelato... in alcuni casi lo trovate precotto ma non è un problema.

Lasciar cuocere per 30 minuti circa, qualora fosse ancora troppo rigido, da verificare con la forchetta ovviamente, lasciare in cottura e controllare ogni tanto, finché la forchetta non affonderà con facilità.



Tagliarlo poi a quadratini di 2 cm circa e lasciarlo raffreddare.



Versare la farina in un recipiente, aggiungere il lievito in polvere e mescolare lentamente per qualche secondo.
Sbattere l'uovo in una ciotolina.
Versare la polverina Dashi in un contenitore, aggiungendo circa 300ml di acqua fresca e mescolando fino a completa unione.
Unire farina, dashi, uovo e salsa di soia e mescolare con vigore, aggiungendo poi il sale alla fine.
L'impasto dovrà somigliare a quello delle famose crepes, ma mantenersi poco più sul liquido.
Appoggiatevi ai tutorial su youtube per regolarvi meglio.

Ungere la piastra con attenzione, posizionarla poi su fiamma media fino a scaldarla.

Ungere poi nuovamente la piastra e versare dell'impasto, riempiendo gli spazi appositi presenti sulla piastra.
Alzare la fiamma al massimo.
Lasciar scivolare 1 quadratino di polpo per ogni spazietto e aggiungere ( volendo ) dell'erba cipollina o dell'alga essiccata, sminuzzata in precedenza.
L'impasto scivolerà su tutta la piastra... ma non preoccupatevi.
Muniti di due stuzzichini di legno, accompagnate dolcemente l'impasto verso la sfera che sta cuocendo... e dopo aver atteso qualche secondo, aiutandovi con gli stuzzichini stessi, iniziate a girare lentamente la polpettina, ripetendo l'operazione finché non saranno tutte belle dorate.








Ovviamente, l'impiattamento dipende sempre dai gusti dello chef!
A me piace servirli su piattini Giapponesi o su piatti di pietra nera, aggiungendo sempre gli stuzzichini di bambù per tirarli su.
Decorarli con una pioggia di mayonese e salsa okonomiyaki a volontà, lasciando poi cascare dal cielo un manto erba cipollina, tonno essiccato e alga tritata!








L'episodio 6 della rubrica mangiosa vi dice ciao ciao!
Vi invito come sempre a seguirci * - * e a condividere con noi i vostri piattoni!
Sono curiosa da morire!

See you soon!!

giovedì 12 aprile 2018

Kizoku Tantei





Dettagli


-Titolo: Kizoku Tantei
-Titolo Originale: 貴族探偵
-Titolo Romanizzato: Kizoku Tantei
-Genere: Commedia / Giallo
-Anno: 2017
-Diretto da: Nakae Isamu, Kanai Hiro, Aizawa Hideyuki 
-Durata: 11 episodi 



Cast.

Aiba Masaki è Kizoku Tantei
Takei Emi è Takatoku Aika
Namase Katsuhisa è Hanagata
Okayama Amane è Tsunemi
Igawa Haruka è Kitami Kiriko
Takito Kenichi è Satou
Nakayama Miho è Tanaka
Matsushige Yukata è Yamamoto
Nakama Yukie è Suzuki



                         Trama



Definirsi "Nobile Detective" e lavorare sul campo solo per passatempo. Kizoku Tantei è il tipico uomo pomposo che farebbe venire l'ulcera anche a chi vive di meditazione.
Detective che non fa deduzioni, non mette mano sui casi, e che rimane seduto sul proprio trono di velluto... a guardare gli altri lavorare.
Elegante, raffinato e presuntuoso... Kizoku Tantei, accompagnato da una tripletta di affidabilissimi servitori e la propria casa-tenda viaggiante, diventa la palla al piede della giovane Aika, ex allieva della famosa Detective Kitami Kiriko, la quale vive  alla luce di un solo obiettivo: la verità legata alla morte della sua maestra.




• Il fascino del non sapere •





Tutti nella vita, prima o poi, si trovano davanti al gusto della curiosità.
La voglia di scartare i regali a Natale, quella di rompere le uova a Pasqua per scoprire quale sorpresina si nasconde al loro interno.
Ah, saporita curiosità.

Cosa si nasconde nelle pieghe scure dei buchi neri?
Quanto corre veloce un pensiero?
Ogni attimo della vita porta con se la bellezza del dubbio, quel pizzicore che ti mantiene sveglio ed attento ad ogni ora del giorno.
Lavorare per sapere, puntine di ferro colorato, appese a lavagnette di sughero... in studi disordinati e dalla luce traballante.
La vita del detective è tutta un forse ed un mah, intricata vita di sospetti e certezze tardive, di passi falsi e ottime deduzioni.
Odore d'inchiostro e sirene spiegate.




 » Verità, bene di lusso « 



Aika si trova catapultata in una realtà incerta che farebbe paura anche a chi... di realtà capisce poco.
Dalla concretezza di una famiglia, formata da lei e dalla maestra Kitami Kiriko, la giovane detective si ritrova da sola... ad affrontare la continua sfida con il dubbio, piangendo lacrime di rassegnazione... perché l'ovvio non sembra così ovvio.
Il silenzio di una caduta, pagine bianche e tuffo nel vuoto, lo sguardo presuntuoso di un nobile avversario.
La verità stretta tra dita avvolte da guanti di velluto bianco.
Sangue, sapore di ruggine, porte chiuse e cancelli maestosi.
Una vita d'oro e seta che non tutti possono assaggiare.
L'aristocratica conoscenza, il divieto rosso e blu.
Quanto costa sapere, quanto costa supporre, tanto costa immaginare.
La verità nascosta... non è accessibile, è una libreria del 1300, è un bene di lusso.
Un bene... nobile.

Buona visione!



- - - - - - - - - -



( Scrivete sempre in oggetto il titolo del Film/Drama/MV )


U & I risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook e Twitter!

domenica 1 aprile 2018

Kai (EXO).

Carta d'identità:
♥Nome d'arte: Kai.
♥Nome in hangul: 카이.
♥Vero nome: Kim Jong In.
♥Nome in hangul: 김종인.
♥Data di nascita: 14 Gennaio 1994. ('na creatura ç_ç)
♥Luogo di nascita: Suncheon, Corea del Sud.
♥Altezza: 1,82.
♥Gruppo sanguigno: A.
♥Segno zodiacale: Capricorno.
♥Professione: cantante ed attore.
♥Agenzia: SM Entertainment.
Niente rubrica social, a quanto pare aveva un account Instagram ma lo ha disattivato. Cattivone. ç_ç

Al solito, breve (perché è veramente breve :D) carrellata dei suoi lavori:
Haru ga Kita/Spring Has Come (WOWOW, 2018) → che potete trovare QUI sul nostro blog♥
♥ Andante (KBS1, 2017)
♥ Seven First Kisses (Naver TV Cast, 2016) → che potete trovare QUI sul nostro blog.♥
♥ Choco Bank (Naver TV Cast, 2016) → che potete trovare QUI sul nostro blog.♥
♥ EXO Next Door (Naver TV Cast, 2015) - nel ruolo di sé stesso, insieme ai suoi colleghi/amici.
♥ To the Beautiful You (SBS, 2012) - Cameo, interpreta sé stesso (ma, devo essere sincera, non me lo ricordo è_é).

Perché, sì, è ancora un "novellino" nel campo della recitazione.
Lui nasce come cantante e primo ballerino nel suo gruppo, gli EXO.

Ha iniziato a farlo ad otto anni, nello specifico faceva danza jazz.Ma, dopo aver visto "Lo Schiaccianoci" ha voluto imparare il balletto, nonostante i suoi genitori volessero che studiasse pianoforte e Taekwondo (so' ragazzi, bisogna incoraggiarli in ogni cosa che vogliono fare. u_u).

Dopodiché, incoraggiato da suo padre, partecipò al Contest "Youth Best" della SM Entertainment; vinse ed entrò a far parte della compagnia nel 2007, quando aveva 13 


anni, dove imparò a ballare l'hip-pop.
Tra l'altro, è stato il primo membro ad essere presentato al pubblico nel Dicembre del 2011!Grazie ad una collaborazione tra la SM e la Hyundai, Kai ha fatto parte del gruppo promozionale Younique Unit, formato da lui, Eunhyuk dei Super Junior, Henry (Super Junior e solista), Hyoyeon delle SNSD (o Girl's Generation o come le volete chiamare lol), Taemin degli SHINee e Luhan (ex membro degli EXO). Il gruppo ha rilasciato la canzone "Maxstep" che potete ascoltare QUI.
Inoltre ha collaborato anche assieme al suo gemello... ehm, no, volevo dire collega Taemin. Nell'album di debutto di Tae, infatti, c'è il loro duetto "Pretty Boy", di cui vi consiglio la visione di questo live QUI diciamocelo, anche gli occhietti vogliono la loro parte! :P
Se non conoscete i due ragazzi, vi starete chiedendo (o forse no u_u), perché ho detto "gemello". Giuro, non la penso come i tanti ottusi, ovvero: "gli asiatici sono tutti uguali!". Lo giuro! Ma loro due si somigliano davvero un sacco. All'inizio faticavo a distinguerli tra le immagini di Google. @_@
Foto prova per dimostrare che non sono pazza XD →

Cooomunque, il nostro giovanotto, come dicevamo all'inizio, ha preso il volo anche nella recitazione. 
Ha iniziato con vari cameo ma già nel 2016, ha avuto il suo primo ruolo da protagonista nel web drama "Choco Bank" che, come ho già accennato, è un nostro progetto.♥
Ne ha di strada da fare ma noi gli auguriamo di migliorare sempre di più.♥
C'è qualche fan degli EXO tra noi? Li seguite? Cosa ne pensate di lui e, soprattutto, avete seguito uno dei suoi drama? 
Concludo il mio tipico terzo grado con questo sorrisone!♥