sabato 16 dicembre 2017

A lezione di Storia... Coreana - Le abitazioni in Epoca Joseon



Quante volte, durante la visione di un drama storico ci siamo imbattuti in abitazioni tipiche dell'era Joseon?
Beh, passo passo vogliamo ripercorrere insieme l'evoluzione dello stile architettonico tipicamente coreano?
3... 2... 1... VIA!
Partiamo con il dire che la società dell'antica Corea, era una società fondamentalmente basata sul censo (ovvero sulla ricchezza) non era quindi poi così insolito vedere dislivelli enormi tra le abitazioni dei ricchi e dei poveri.
Dopotutto, anche in Europa non si verificava lo stesso?
Allo sfarzo senza limite delle case della nobiltà, si contrapponeva la frugalità delle costruzioni contadine.
La parte più umile della società viveva in abitazioni "poco sicure" nelle quali non era poi così raro lo scoppio d'incendi o altri incidenti. Lo "scheletro" delle abitazioni veniva imbastito con ciò che la natura offriva, paglia, legno, massi ecc.
Le rifiniture erano davvero minime, anche le maniglie delle porte e le serrature erano costruite e forgiate in metalli economici, solitamente il ferro, e con delle forme semplici da realizzare.
I vari fabbri e artisti della metallurgia infatti, preferivano prestare i propri servizi nei confronti della nobiltà, in modo particolare nella forgiatura di armi (alle quali, se riusciremo, dedicheremo una vera e propria scheda di approfondimento).
Le vie di fuga minori, in modo particolare le finestre, avevano un telaio basico, realizzato con il legno, il quale per questioni economiche, veniva rifinito e rivestito con fogli di carta.
Questa carta era solitamente ricavata dall'albero di gelso.
Appare molto semplice capire quindi che, l'interno dell'abitazione non doveva essere troppo accogliente. In inverno infatti il calore mantenuto vivo, da piccoli fuochi domestici, veniva disperso con una rapidità impressionante. Senza contare l'estate... le temperature molto elevate, erano difficili da sopportare con la sola copertura di un tetto di paglia sulla testa. Anche i vari completamenti di arredo dell'epoca,
non erano invitanti, per le moderne mentalità. Il letto per i poveri era un semplice giaciglio ricavato dall'accumulo di paglia e le coperte venivano realizzate con l'intreccio di paglie varie. Spesso un unico letto ospitava più persone, che per riscaldarsi dormivano le une accanto alle altre.
I servizi igenici, restavano un grande taboo, il metodo prediletto rimaneva esporsi alla benevolenza
della natura, sperando, quando fosse necessario, che gli agenti atmosferici fossero clementi.
Ovviamente, l'ingegneria in epoca Joseon, non era delle più avanzate (o per lo meno in costruzioni civili) quindi per il reperimento dell'acqua potabile, ci si affidava al buon e vecchio caro pozzo. Il vasellame invece era ricavato da argille molto semplici senza particolari decori (e se ci si poteva permettere il vasellame, allora eravamo già in un'abitazione abbastanza facoltosa) il resto della
popolazione umile, utilizzava stoviglie e ciotole in legno. Lo scenario in cui si collocavano queste case tipiche, era circondato da terra e verde, questo per permettere ai contadini di non allontanarsi mai troppo dal proprio luogo di lavoro, ma anche per poter intrattenere dei rapporti "commerciali" nei mercatini locali, che rappresentavano l'unica fonte di ricchezza di queste persone, grazie alla vendita o allo scambio.
Nascere in una famiglia di contadini nell'antica Joseon, era una dura prova, alla quale in pochi riuscivano a resistere. Il tenore di vita era provato dal grande sforzo fisico, e non risparmiava donne e bambine. 
Ben tutt'altra cosa invece riguardava le case dei "benestanti", che potevano vantare comfort e ricchezze provenienti da altri paesi. Le ricche sete intarsiate provenienti dalla Cina, il cotone, la canapa e l'oro. I nobili, come simbolo di ricchezza infatti amavano sfoggiare le proprie ricchezze, sia in fatto di abbigliamento, che nell'arredo delle abitazioni. Vigeva il motto:"Più è imponente, più è
rappresentante", per questo le case dei ricchi erano così dispersive. Parliamo comunque di abitazioni che avevano il compito di ospitare molto spesso degli ospiti, quindi avere a disposizione diverse stanze era assolutamente necessario.
L'ostentazione era all'ordine del giorno, negli abiti, nel mobilio, negli accessori.
L'abitazione nobile più comune era: l'Hanok.
L'Hanok, è la tipica casa coreana che siamo abituati ad immaginare, con il tetto spiovente e degli stili architettonici molto particolari. Le linee sinuose delle strutture si alternano ad elementi di grande spigolosità che esternamente possono anche "intimorire" l'osservatore.
L'elemento sostanziale di queste abitazioni, che si differiscono da quelle popolari sono date dai tetti ricoperti di tegole, un particolare questo, molto molto costoso in epoca Joseon.
Solo i nobili potevano permettersi questo lusso, in quanto la lavorazione delle tegole avveniva attraverso complessi procedimenti di cottura di argille varie. La particolarità di questo tetto però a cosa era dovuta?
Presto detto, in un paese come la Corea, dove il gelo Siberiano è all'ordine del giorno in periodi invernali le piogge torrentizie erano/sono comuni, il tetto spiovente aveva il compito di agevolare la discesa della pioggia ed evitare infiltrazioni. In virtù del "pollice ecologico" le acque piovane venivano inoltre RIUTILIZZATE per varie mansioni.
I colori predominanti sono quelli naturali del legno e del grigio/rossiccio delle tegole, ma non mancano abbellimenti vari che ricordano le antiche decorazioni parietali e artistiche greche.

A livello interno, le varie abitazioni potevano vantare un moderno apparato di riscaldamento che utilizzava il "calore" proveniente dalla cucina... 
Come vediamo bene le differenze sono davvero tantissime, ma purtroppo un tempo, come anche oggi la ricchezza faceva la differenza!
Discorso a parte va fatto per il palazzo reale, perché ovviamente l'organizzazione era assai distinta... Bagni termali in casa dopotutto non erano alla portata di tutti, ammettiamolo!
Se ne avremo modo approfondiremo anche questo aspetto, promesso!
Spero che questo scorcio di storia coreana vi sia piaciuto! Concludo qui questa scheda, dandovi appuntamento alla prossima uscita ma prima...

CONSIGLI DRAMOSI: volete approfondire questo aspetto storico della cultura coreana in epoca Joseon?! Lo U & I vi consiglia allora la visione di Ruler Master of the mask, un drama datato 2017, composto da 40 ep (tranquilli in realtà sarebbero i classici 20 ma divisi in due parti... pare che vada di moda ultimamente!) Il protagonista è Yoo Seung Ho, chi non lo conosce oramai? La storia parla di un principe ereditario/re che è costretto a vivere tra il popolo e grazie a ciò riesce a comprendere quante sofferenze esso debba sopportare. Ma niente panico, per le più romantiche la love story è sempre dietro l'angolo! Grazie a questo drama potrete notare non solo le abitudini popolari, ma anche uno scorcio di vita di corte, con annessi intrighi, tradimenti e perché no, amici fedeli che si ritrovano a vivere una vita non propria... Vogliamo dargli una chance? Io direi di sì!


venerdì 15 dicembre 2017

Because I Love You






☆ Dettagli


-Titolo: Because I Love You
-Titolo Originale: 사랑하기 때문에
-Titolo Romanizzato: Saranghagi Ttaemoone
-Genere: Romantico | Commedia
-Anno: Gennaio 2017
-Diretto da: Ju Ji-Hong
-Durata: 1h 10m circa.



☆ Cast .


↘ Cha Tae Hyun è Jin Lee Hyung
↘ Kim You Jung è Scully
↘ Seo Hyun Jin è Lee Hyun Kyung
↘ Lim Ju Hwan è Park Chan Young
↘ Sun Woo Yong Nyeo è la Nonnina
↘ Park Geun Hyung è il Nonnino
↘ Sung Dong Il è il Detective Park
↘ Bae Sung Woo è il Prof Ahn
↘ Kim Yoon Hye è Kim Mal Hee
↘ Jang Do Yoon è Jung Yo Seb


◢ Trama ◣


Svegliarsi nel corpo di un'altra persona sarebbe un trauma per tutti; nuove priorità, confusione e dubbi esistenziali, fame nervosa o impazienza. Una vera e propria pacchia... sì.
È proprio ciò che accade al protagonista di questo esilarante, ma davvero profondo, filmetto made in Korea.
Lee Hyung, giovane ed innamorato cantautore, a seguito di un incidente automobilistico, diventa uno spirito e si sveglia nel corpo dell'adolescente Mal Hee, scontrandosi con la realtà problematica di quella giovane età, con il gusto del giovane amore.


Al suo fianco compare la giovane Scully, furbetta e davvero perspicace, che con pazienza ed un pizzico leggero di incredulità, aiuta, il nuovo ed invisibile amico, Fantasma, a capire da dove sia arrivato e soprattutto chi sia, vista l'assenza di ricordi. Scully aiuta Fantasma a capire che forse, il suo ruolo in tutta la vicenda, è proprio quello di aiutare il giovane amore di Mal Hee a sbocciare ma... pian piano scoprono che Mal Hee non è l'unico soggetto ospitante, dato che da un momento all'altro, Lee Hyung si sveglia nel corpo di...


•◢ Agire a mani legate. ◣•


L'amore può condurci all'inferno o al paradiso, comunque ci porta sempre in qualche luogo.
P. Coelho

L'amore è follia, agrodolce carezza tra i capelli, comodo e scomodo segno d'appartenenza.
Questo apre le porte verso un nuovo inizio, lontano da verità scomode, una luce diversa e calda che parte da un semplice messaggio, da una dedica inaspettata.
Nuovi eroi che si muovono senza indossare mantelli, un sorriso sincero ricevuto al momento giusto.
Nessuna parola al mondo potrà mai descrivere una sensazione così infinita, il suono della sveglia al mattino, accompagnato da una sottile risata e l'odore del caffè appena fatto.

☆ Il gusto del sollievo. ☆



Lo specchio della vita, il riflesso degli sbagli e delle speranze, le stagioni che vanno e tornano, i ricordi che rimangono inalterati, sotto l'abbraccio freddo delle prime piogge.
L'amore è quel pezzo di sicurezza che ti permette di volare anche ad ali spezzate, quell'iniezione di pazzia che ti porta a fare di tutto, qualsiasi cosa a qualsiasi costo, la voglia assurda di un legame eterno, che sappia sconfiggere distanza e paure.
Vi auguro una buona visione, fatta di sospiri dolci, di animo leggero e di... vera speranza.


- - - - - - - - - -






U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook,Twitter e Instagram!

lunedì 11 dicembre 2017

Kyou no Kira-kun


DETTAGLI

Titolo: Today's Kira-kun
Titolo Originale: きょうのキラ君
 Genere: Romantico / Scolastico
 Diretto da: Yasuhiro Kawamura
 Uscito il: 25 Febbraio 2017
 Durata: 109 minuti
 Lingua: Giapponese
 Paese: Giappone
 Tratto dall'omonimo manga di: Rin Mikimoto


CAST

Nakagawa Taishi è Kira Yuiji
Iitoyo Marie è Okamura Nino
Hayama Shono è Yabe Kazuhiro
Taira Yuna è Yahagi Mio


TRAMA

Nino è una liceale all'apparenza strana, che non osa nemmeno mostrare il suo volto, coperto in modo "impeccabile" da una lunga e spessa frangetta. In realtà, la sua natura è quella di una ragazza come tutte le altre, ama gli animali e sogna una romantica storia d'amore. Durante una delle sue solite giornata al parco, scopre che il suo compagno di classe e vicino di casa Yuiji è gravemente malato, e visti i sentimenti che prova da anni per lui, Nino si offre di stargli vicino per il tempo che gli resta.

DAL MANGA ALLA VITA VERA~

Tratto dall'omonimo manga "Kyou no Kira-kun", che conta ben 9 volumi (ovviamente non pubblicati in Italia), questo film è il classico cliché di primi amori e studenti del liceo tanto immaturi quanto consci della vita. 
Kira seppur abbia cercato in passato di vivere liberamente senza pensieri e costrizioni, si ritrova costretto ad affrontare la sua malattia da solo, tendone all'oscuro i suoi amici e chiunque cerchi di avvicinarsi a lui, solo la vicinanza di Nino lo aiuterà a riscoprire la gioia di vivere e trovare il coraggio di affrontare il duro percorso che lo attenderà.

Protagonisti di questa storia sono il giovanissimo Taishi, che abbiamo avuto la possibilità di vedere nel remake del drama "Minami-kun no Koibito" e nel film "Your Lie in April"; e la prezzemolina nipponica degli ultimi due anni, Marie, che moltissimi avranno visto per la prima volta (come me) nel drama tratto dal popolarissimo manga "Mars". 
Sebbene siano entrambi molto giovani e professionalmente ancora acerbi, questi due giovani attori stanno spopolando in madre patria, facendo un salto da un drama/film all'altro. 






U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook,Twitter e Instagram!

sabato 9 dicembre 2017

Daytime Shooting Star

☄ DETTAGLI:
Titolo: Daytime Shooting Star.
Titolo in Romanji: Hirunaka no Ryuusei.
Titolo in Kanji: ひるなかの流星.
Genere: Romantico, scolastico.
Durata: 1 ora e 59 minuti.
Anno: 2017.
Trasmesso il: 24 Marzo 2017.
Distribuito da: Toho.
Produttori: Kazutaka Ohara, Juichi Uehara, Kasumi Yao.
Tratto dall'omonimo manga di Mika Yamamori.

☄ CAST:
Mei Nagano è Suzume Yosano.
Shohei Miura è Satsuki Shishio.
Aran Shirahama è Daiki Mamura.
Maika Yamamoto è Yuyuka Nekota.
Ryuta Sato è Yukichi Kumamoto.
Naomi Nishida è Satoko Yosano.

☄ TRAMA:
Yosano Suzume è una ragazzina che ha sempre vissuto in un piccolo paese di campagna insieme ai suoi genitori.
Un giorno, però, la sua routine viene stravolta quando scopre che i suoi genitori si devono trasferire all'estero per lavoro. Mentre lei andrà da suo zio a Tokyo.
L'arrivo in città non è dei migliori. Viene sopraffatta dalla maestosità di Tokyo, dalle sue strade, da chi la popola che... alla fine, stremata, perde i sensi.
Fortunatamente viene soccorsa da un ragazzo un po' particolare che la porta immediatamente da suo zio Yukichi.
Infatti, Shishio, è un caro amico di Yukichi e... non solo!
Il giorno dopo, Suzume, scopre che è anche il suo insegnante. Lo state pensando anche voi, vero? Ma quanto è piccolo il mondo?? XD
Qui dovrà affrontare qualche piccolo ostacolo. Nella sua città natale era una ragazza socievole e piena di amici... qui, invece, ha difficoltà ad integrarsi. Ma non si dà per vinta e prova subito a stringere amicizia con il suo compagno di banco Mamura che, di contro, sembra non volerne proprio sapere di lei!

☄ L'AMORE: CHE COS'È?
Ci troviamo davanti ad un film molto dolce.
Suzume è una ragazza che si ritrova in un mondo totalmente diverso dal suo. Lo dice lei stessa: "nel mio paese era tutto più facile".
Qui, invece, deve tirare fuori le unghie per farsi sentire ed accettare dagli altri. Cosa che, all'inizio, non è affatto facile.Il suo compagno di banco è scontroso ed inizialmente la evita come la peste. Ma, come mai? Antipatia? Timidezza?
Non resta che affrontarlo a viso aperto e capirlo!
Mamura rimane spiazzato dalla reazione di Suzume, il suo no non viene accettato! E, piano piano, inizia a sciogliersi ed a parlarle fino a diventarne amico... senza quasi accorgersene.
Difficile rimanere indifferenti di fronte a questa ragazza che ingenuamente finisce spesso nei guai! XD 
Mentre per lui esiste solo lei... il cuore di Suzume scalpita per un altro. Una persona che "per la società" non è adatta ma a lei non interessa. Solo il suo cuore ha voce in capitolo in questa storia.
Ebbene sì, si tratta di un triangolo amoroso (o quadrato? °°) ma viene trattato con estrema dolcezza. I sentimenti che si accavallano, amicizie che nascono timidamente e si fortificano dopo aver superato i problemi... infine, trovarsi davanti ad un bivio. Due strade ma solo una è quella giusta da percorrere.
Quale sceglierà la nostra Suzume?




U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su FacebookTwitter ed Instagram!


giovedì 7 dicembre 2017

I Live Action~ quando la fantasia diventa realtà~

Rieccomi con un'altra rubrica dramosa.
Quando penso ad un argomento da trattare, ho sempre il vuoto cosmico. Allora mi butto sulle passioni, una di queste sono i LIVE ACTION.


Ne ho sempre visti tanti. Alcuni li ho scoperti per caso, altri li ho attesi ed altri ancora li ho visti non sapendo che lo fossero (per la serie: non sono io a cercarli, sono loro che vengono da me XD). 

Quante volte  ci è capitato di appassionarci ad un anime (manga nel caso di chi li legge) e pensare: "ma che bello sarebbe vederlo con persone in carne ed ossa?". E quante volte è successo davvero? ♥
Non nego che ogni volta che leggo la notizia, mi escono cuoricini da ogni dove. 


Poi si entra nei meandri del "e se lo rovinano? E se stravolgono la storia?". 
Lì subentrano i dilemmi amletici: "lo guardo? Non lo guardo? E se me pento? (di entrambe le scelte XD) Però sono troppo curiosa... ok, ho deciso: lo guardo, male che va lo droppo."
Ok. Magari sono solo io a farmi tutte queste pare mentali. X°D 
Ma di solito, il mio iter prima di iniziare un live action di cui ho  visto l'anime è sempre questo. Poi, si sa, la curiosità ha sempre la meglio. XD


Sta manfrina per dire che farò una breve carrellata di quelli che ho visto, ovviamente non tutti altrimenti finirei nel 2035. XD

Partirei dai primissimi, di cui sono certa stavolta. Perché li vidi prima di scoprire il caro Matsumoto, quando pensavo fossero semplici film (un po' come quelli della Marvel e della Disney, per intenderci).


Insomma, sono arrivata ai live action grazie a Nana e Death Note. Per caso, scoprii che in Giappone avevano fatto la versione film e non mi sono lasciata sfuggire l'occasione di vederli. D'altronde già ci vedevo gli anime con i sottotitoli, mi sono detta: "perché non vederci anche i film?"

Ora, sono passati davvero tantissimi anni da quando li ho visti, ma ricordo che mi lasciarono entrambi delle belle sensazioni. ♥ 
Erano fatti davvero bene. Tutti ben calati nei ruoli, ambientazioni giuste, tutto perfetto insomma! ♥
Per quanto riguarda i 2 di Death Note, ancora mi sento di consigliarli. 

Perché rispecchiavano la serie animata. Certo, qualche taglio di sicuro c'era (ora davvero mi sfuggono. XD), ma erano pur sempre film.

Come saprete, recentemente è uscita anche la versione drama. Con questa ho avuto dei precedenti burrascosi, avevo iniziato a seguirlo on air ma era davvero pieno di differenze e l'occhio critico non mi permetteva di godermelo. Decisi, così, di “dropparlo” per qualche settimana. Una volta finito in patria, l'ho ripreso e sono riuscita a superare lo scoglio iniziale. Insomma, se riuscite anche voi a sopportare le diversità, sono certa che piacerà anche a voi. Perché gli attori, soprattutto i protagonisti, sono stati davvero bravi.


Il prossimo che citerò è stato visto fino alla nausea in millemila versioni diverse... manca solo quella italiana e siamo a posto (no, grazie, era una battuta. Evito volentieri XD). Avrete già capito di chi sto per parlare, ebbene si... di Hana Yori Dango.

Lui fa parte della categoria: “giuro, non sapevo fosse un live action” XD Ma è stato amore a primo fotogramma. 
Credo sia uno dei drama che più mi colpì in quel periodo (va da sé, che era tra i primi visti... ora non so se mi farebbe lo stesso effetto.), ci ho versato sopra litri e litri di lacrime. TT___TT 
Credo sia una delle fondamenta di tutti i drama sul genere: ragazzo ricco e viziato che si innamora della tipa meno agiata, dove entrambi avranno contro l'intera famiglia di lui. Condito da second lead sfigatissimo, al quale si finisce per fare il tifo, snobbando la felicità degli altri. Perché, caro second lead, noi saremo sempre con te! Uniti nella sfiga, ovviamente! ♥


Ricomponiamoci e passiamo ad altro u_u

Piacere di conoscerti, sono Eikichi Onizuka ed ho 22 anni.”
Solo scrivendo queste parole, mi sento nostalgica. ç_ç
Sfido chiunque a non conoscere quest'uomo! Il grandissimo Onizuka-sensei (GTO). L'insegnante che nessuno si aspetta. Solo a guardarlo, non gli daresti nemmeno un soldo bucato.
MA! Ma, lui è un uomo che mette i suoi studenti al primo posto (soprattutto le gentil donzelle u.u) e farebbe di tutto pur di aiutarli. ç_ç Perché non esistono anche nella realtà professori simili? ç_ç
La versione che ho visto io è quella del 1998, ne sono così affezionata che non sono riuscita a vedere la versione del 2012.


Nel mio lungo girovagare alla ricerca di altre perle da vedere sono finita anche in Cina. 


Chi mi ha condotto lì è stato InuYasha ed il drama in questione si chiama The Holy Pearl.

Qualche differenza ovviamente c'è, mancano alcuni personaggi (non quelli principali, ma mi sono mancati lo stesso u_u). Inoltre, il nostro amato demone-cane, qui è un demone-drago ma il risultato non cambia. Sempre mezzo demone è! È un po' lunghetto (32 episodi) ma mi era piaciuto veramente tanto. 





Un drama live action di cui, invece, non sapevo l'esistenza è Angel Heart (nemmeno dell'anime, a dire il vero). 

Amo City Hunter ma l'unico drama simile che avevo visto era l'omonimo coreano, ma che non ha praticamente niente della storia originale. Angel Heart, invece, è l'adattamento della serie chiamata allo stesso modo. Narra le vicende del nostro amato detective, in un mondo "parallelo", lo  vediamo alle prese con un lutto, la sua Kaori non c'è più. ç_ç Una storia struggente ma davvero bellissima. Questo lo potete trovare QUI sul nostro blog. ♥



Forse è il caso che mi fermi qua, altrimenti non finisco più. Se la scheda avrà qualche riscontro, potrei anche pensare di scriverne altre. :)


A voi la domanda di rito: quali sono i vostri preferiti? O quelli che proprio non avete potuto sopportare? Sono certa che ce ne sono anche in questa categoria. u_u

E c'è qualche manga/anime che vorreste vedere trasformato in drama? Parliamone insieme. ♥
Alla prossima~

lunedì 4 dicembre 2017

Tasty Love - ( NAVER Web Drama )



☆ Dettagli .



-Titolo: Tasty Love / Delicious Love
-Titolo Originale: 맛있는 연애
-Titolo Romanizzato: Mas-issneun Yeon-ae
-Genere: Romantico
-Anno: 2015
-Diretto da:
-Durata: 6 episodi da 12 minuti.

☆ Cast .


GongChan è Park Sung Jun
Moon Ga Young è Park Su Jin
Kim Yoo Mi è Kang Yu Na
Kim Hee Jung è Han Jun Hee
Kim Dae Geon è Kwang Soo



◢ Trama ◣


Sung Jun vive da sempre dietro i fornelli, dando vita a piatti colorati e spettacolari che restano impressi tra denti e memoria di chi li assaggia.
Il suo cavallo di battaglia è la Kimchi Jjigae, una zuppa di kimchi, quindi piccante, arricchita da tofu a fetta spessa, cipollotto e carne di maiale, piatto che lo lega a ricordi da scuola superiore, accantonato poi quando...grazie al June, locale gestito dal giovane e due amici, la sua carriera spicca il volo e le sue mani si posano su nuovi orizzonti.
Sebbene Sung Jun sappia come conquistare il palato dei commensali, porgendo loro intrecci di perfezione e sapore, la sua 
linea dell'amore va via via perdendosi nel nulla; piatti ricchi d'attenzione e passione lottano contro un carattere dal tratto indeciso che adagia sulle sue relazioni una vena di parole sgranate che...

Correte a scoprire il resto, io non posso svelarvi niente!


▪  Due morsi e quattro pensieri ▪ 

In cucina funziona come nelle più belle opere d’arte: non si sa niente di un piatto fintanto che si ignora l’intenzione che l’ha fatto nascere. - Daniel Pennac


Avete mai (perso) tempo ad osservare il pollo farsi dorato, attraverso il vetro spesso del forno? Beh, io sì...tante volte.
Ok, per il mio lavoretto da aiuto cuoco devo farlo a prescindere, ma col tempo sono riuscita ad avvertire quel senso di magia che viene fuori da un piatto cucinato...bene. Seduti a tavola, talloni sulla traversa di rinforzo di una qualsiasi sedia, imbottita o meno, due, tre morsi e via di sorrisi e soddisfazione.
La parte migliore è quando sei tu a cucinare qualcosa, quando la cuginetta esclama soddisfatta " Ma è buonissimo! ".
Sung Jun è fatto del profumo del pomodoro fresco saltato in padella con un paio di foglie di basilico, la parte croccante del gateau di patate, la crostata che scivola fuori dalla formina senza rompersi. 

◦ Odori, Gusti, Colori 


Tasty Love, amore saporito, passione agrodolce, il mercato del giovedi, il colore dei peperoni crudi, l'odore di terra che circonda le patate. Il naturale e l'essenziale. Ad occhi chiusi, persi tra triangoli di mille parole, tra le righe di scelte piene di incroci. Lasciatevi avvolgere dai ricordi di uno chef nascente, dal colore del suo futuro in bilico tra comodità e perfezione. Non ve ne pentirete.


                       
U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook, Instagram e Twitter!

venerdì 1 dicembre 2017

Joo Won

Eccoci con un altro baldo giovine. Questa volta vogliamo parlare di  Joo Won, ragazzone ormai prossimo ai trent'anni ma con un faccino da eterno bimbo, tutto da strapazzare
                                                                  


Nome reale : 문준원 / Moon Joon Won
Professione : attore, cantante
Data di nascita : 30 settembre 1987
Nato a : Seoul, Sud Corea
Altezza : 185cm
Peso : 68kg
Segno zodiacale : Bilancia
Gruppo sanguigno : O
Famiglia : ha un fratello più grande
Titoli di studio : università di Konkuk e università di Sungkyunkwan
Hobby : Ascoltare musica.

Drama:
My Sassy Girl (SBS, 2017)
Love Express (Shenzhen TV ,2017)
Yong Pal (SBS, 2015)
Nae Il's Cantabile (KBS2, 2014)
Good Doctor (KBS2, 2013)
7th Grade Civil Servant (MBC, 2013)
Bridal Mask (KBS2, 2012)
Ojakgyo Brothers (KBS2, 2011)
King of Baking,Kim Tak Goo (KBS2, 2010)

Film:
That Guy (2015)
Passion Heaven (2015)
Fashion King (2014)
Catch Me (2013)
Only You (2013)
Don't Click (2012)
S.I.U. Special Investigation Unit (2011)

Teatro:
Ghost the Musical (2013-2014)
Spring Awakening (2010)
Sinsangnam (2009)
Grease (2008)
Singles (2008)
Altar Boyz (2007)

Il bimbo "VERO" :
Moon Joo Won all'età di 8 anni viene mandato, insieme al fratello maggiore, a studiare negli Stati Uniti, ma appena 6 mesi dopo, torna in Corea. (Toccata e fuga O_O)
Visto il carattere introverso del piccolo, (una piccola curiosità: sembra che la sua personalità assomigli molto a quella del padre, mentre l'aspetto fisico sia più vicino alla madre) i genitori lo spingono ad intraprendere la via del teatro. 
(Anche io sono introversa, ma a recitare in teatro nemmeno in catene ci sarei andata XD ).
Così frequenta il liceo d'arte Kaywon e in seguito studia teatro all'università SungKyunkwan, (sfido chiunque a dirlo ihihihih. Sembra uno scioglilingua XP) la più antica università del paese O_O Ma nel 2013 decide di continuare gli studi all'università Konkuk. (Avrà perso qualche anno? O_o Ok, la smetto di malignare XP)
                                                     


Crescita spettacolare : (eh che crescita... regala qualche centimetro d'altezza anche a me ç_ç)
Nel 2007 entra nel mondo dei musical teatrali, facendo il suo debutto in Altar Boyz.
Solo nel 2010 viene notato dall'agenzia Sim Entertainment con il musical Spring Awakening (ma che avevano le bende agli occhi?.>.>) e finalmente ottiene un ruolo nel drama culinario King of Baking, Kim Tak Goo.
Nel 2011 partecipa al film S.I.U. Special Investigation Unit con il ruolo di un giovane profiler.
                                                                   


Nell'anno successivo ha un ruolo nel family drama (cioè quelli con mille mila episodi >.< ) Ojakgyo Brothers, ma la popolarità arriva solo nel 2012 con il drama in costume Bridal Mask, dove interpreta un ufficiale di polizia negli anni '30.
                                                         


Chi ha occhio lungo nota che al ragazzo i panni da difensore della giustizia gli calzano a pennello (vero eh?*-*) perché nell'anno successivo, sempre in tema di "giustizia", interpreta un agente segreto nel drama 7th Grade Civil Servant .(che gli costò un infortunio al naso ç_ç )  Come agente è un po' pasticcione, ma perdoniamolo...impareràXD
                                                       


Infatti, conferma che la divisa è la sua seconda pelle... sempre nello stesso anno, interpreta un agente di polizia nel film, Catch Me.
(Ma in Corea gli agenti sono tutti così?*-* No perché in caso una bella rapina ci scappa eh u_u )
Non disperate, il cambio d'abito arriverà presto ^-^
Sempre nel 2013 (anno bello pieno eh?*-*) dà il volto ad un geniale chirurgo pediatrico autistico, affetto dalla sindrome del Savant, in Good Doctor. Drama bellissimo che gli fa guadagnare, meritatamente aggiungerei, 4 premi ai KBS Drama Awards.
                                                     


Nota personale: lo consiglio vivamente a tutti questo drama, anche a chi non è amante dei Medical, come la sottoscritta. Lui è veramente un amore, di una dolcezza infinita
Se non avete visto nulla di suo e volete conoscerlo...(come attore eh XD) Good Doctor è un buon inizio ;)
                                             


Dopo sta sviolinata e pubblicità nemmeno remunerata, torniamo alla sua carriera...
Il nostro cucciolone comincia a ricevere consensi e popolarità anche sul mercato cinese ma torna in Corea nel 2014 con il drama Nae Il's Cantabile, il remake del famoso manga, Nodame Cantabile. Naturalmente non poteva che vestire i panni del fascinoso direttore d'orchestra, Chiaki*-*
                                                     


Posata la bacchetta, nel 2015 torna ad indossare il camice medico, e anche questa volta non è un comune dottore (non sia mai, lui deve essere sempre fuori gli schemi ehXD ). Soffocato dai debiti, per fare soldi cura clandestinamente bande di malviventi, assumendo l'identità segreta di Yong Pal.
                                                   


Anche questo drama fu un successo di ascolti che portarono all'aggiunta di due episodi in più nella programmazione:) Naturalmente il nostro bel dottorino si aggiudicò altri 4 premi agli SBS Drama Awards.
Quest'anno torna sugli schermi prima di salutarci, visto l'arruolamento imminente al servizio di leva, con il drama storico My Sassy Girl, girato interamente in anticipo della messa in onda.
                                             
Bye bye baby... :
Lo rivedremo nel 2019 ç_ç Come faremo senza le sue fossette?ç_ç
Nel frattempo potremo consolarci recuperando un po' dei suoi lavori precedenti*-*
Lo avete già fatto? (O_O Io ne ho ancora diversi da recuperare-.-'''''Vado a nascondermi-.-'')
Allora... possiamo consolarci con le innumerevoli stars che pullulano l'universo kor*-*X°°°D
Ma noooo scherzo... Joo Won ti aspettiamo!!!
Vero?XP