giovedì 9 novembre 2017

Le Coree a Confronto

NORD VS. SUD - LE DUE COREE A CONFRONTO


Di sicuro starete pensando: "Oh mamma, sto per leggere un sermone palloso sulla storia della Corea". No, niente del genere. Questa scheda sintetizza le principali differenze tra la Corea del Nord e quella del Sud.
Quando pensiamo alla Corea, qual è la prima cosa che ci viene in mente? Seoul? Drama? K-Pop? Idol? Queste sono le prime cose che personalmente mi vengono in mente appena nomino la Corea e appartengono tutte esclusivamente alla Corea del Sud. Allora al Nord cosa c'è? Oggettivamente non ci pensa nessuno, io per prima.
Facciamo allora una breve introduzione per chiarirci meglio le idee...

LA STORIA DELLA COREA

La storia della Corea è molto antica, si dice abbia avuto inizio nel '500 con la dominazione da parte dei mongoli che durò fino alla fine dell'800. Dopo 300 anni di lotte e l'indebolimento dello Stato, la Corea diventò un obiettivo conteso tra Giappone e Cina.
Nel 1905 il Giappone e la Corea stipulano un "Trattato di protettorato", così facendo il Giappone inizia la sua colonizzazione "legalizzata" con l'intento di trasformare in cavie umane ogni cittadino Coreano.
Nel 1945, con lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, anche altre due potenze come Gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica iniziano ad interessarsi alla conquista dell'isola.
Con la sconfitta del Giappone, l'Unione Sovietica riesce ad insediarsi in Corea arrivando da nord, mentre gli Stati Uniti la insediano arrivando da sud, dando vita al 38° parallelo che di fatto divide in due fazioni la Corea. La mentalità Sovietica e quella Americana erano ormai state inculcate nella mente dei cittadini Coreani che in seguito, cacciati tutti gli invasori, diedero vita ad una ennesima guerra fra cittadini Coreani chiamata Guerra di Corea.
Con lo scoppio della Guerra di Corea, che durò dal 1950 al 1953, la Corea viene ufficialmente divisa in due. Nacque così la Corea del Nord oppure chiamata Repubblica Democratica Popolare, in cui vige un regime dittatoriale rigidamente comunista governata dalla famiglia Kim con capitale Pyongyang il cui capo di stato è attualmente Kim Jong-Un e la Corea del Sud  o Repubblica di Corea in cui il regime democratico e liberale la fa da padrone, con capitale Seoul.




PRINCIPALI DIFFERENZE TRA LE DUE COREE



Come avete letto sopra la nostra amata "Terra dei Drama" ne ha passate di tutti i colori, ma vediamo quali sono le differenze tra le due o le cose che le accomunano.

Partiamo dalla prima cosa che le contraddistingue..... La bandiera


Barriera che divide il Nord dal Sud, attaccati ci sono migliaia di bigliettini scritti dai cittadini e dai turisti, con la speranza che la Corea torni ad essere unica


Si dice che entrambe le Coree abbiano firmato una "tregua" che stabilisce il divieto ad entrambe di attaccare l'altra fazione per prima, in caso contrario la tregua verrebbe meno e si procederebbe all'ennesima guerra, ma ufficialmente sono ancora considerate "in guerra".


Bandiera Nord-Coreana


Bandiera Sud-Coreana










Le due capitali viste di giorno e di notte

Pyongyang di giorno
Seoul di giorno










Pyonyang di notte
Seoul di notte











Le banconote cartacee si differenziano, mentre le monete sono uguali

Banconote del Nord

Banconote del Sud












Gli Aeroporti

Aeroporto di Pyongyang
Aeroporto di Seoul











Una fermata dell'autobus

Una fermata dell'autobus al Nord

Una fermata dell'autobus al Sud











L'interno di un autobus

Al''interno di un autobus al Nord


All'interno di autobus al Sud











Interno di un tipico ristorante

Ristorante del Nord

Ristorante del Sud











Esempio di abbigliamento femminile

Ragazze del Nord
Ragazze del Sud














Lo sport..... Il calcio

Corea del Nord
Corea del Sud










CONCLUSIONI PERSONALI


Queste sono solo alcune delle differenze, quelle più significative se vogliamo. I piatti tipici e le ricorrenze festive sono le stesse per entrambe, anche se celebrate in modo diverso. Ma veniamo a ciò per cui noi viviamo...... i drama <3



I drama trasmessi al Sud, al Nord non sono proiettati in quanto sono tassativamente vietati, se si viene scoperti a vedere "clandestinamente" un drama del Sud la pena è davvero molto severa! Per sensibilizzare questo argomento il Sud ha prodotto e trasmesso molti drama che avevano come tematica la disputa tra Nord e Sud, per esempio mi vengono in mente Spy Myung Hul e Doctor Stranger.


Eric in "Spy Myung Wol"


Lee Jong Suk in "Doctor Stranger"







Dal momento che per visitare la Corea del Nord occorre avere un permesso che viene concesso mediamente a 1500 turisti all'anno, in quanto è persino vietato a chiunque di poter attraversare lo spazio aereo Nord-Coreano, persino scattare foto e fare video è vietatissimo senza permesso (pena: la reclusione), per la Corea del Sud basta avere semplicemente il permesso turistico e il passaporto valido per l'espatrio, non ci rimane che sognare una vacanza da sogno nella nostra cara "Casa dei Drama e Patria dei più Bei Fusti di tutta L'Asia"! (Due di questi sono qui sopra, per la gioia dei miei occhi lol :D)

Personalmente non ci sono mai stata, ma in base a ciò che mi ha raccontato mia sorella che è stata lì come turista per un mese e basandomi su quello che mi dice un'amica Italiana che si è sposata con un Coreano e vive lì, pare sia davvero "La Terra Promessa", una Terra piena di possibilità per il futuro, in cui vivere dignitosamente, in cui lavorare, divertirsi e...... in cui rifarsi gli occhi con tutti i ragazzi che pullulano in ogni angolo, Idol che camminano fra la folla, drama che vengono girati in strada, concerti in ogni dove...... Un sogno che diventa realtà! Lol  :D Quindi, prepariamoci tutti un biglietto di sola andata per questo "Paradiso Terrestre" <3

Bellissimo selfie tra le due atlete Coreane alle Olimpiadi di Rio De Janeiro del 2016. A sinistra la Nord-Coreana Hong Un Jong e a destra la Sud-Coreana Lee-Eun Ju
Bellissimo selfie delle due atlete che ha fatto il giro del mondo a dimostrazione che gli abitanti del Nord e del Sud potrebbero vivere in armonia senza alcuna remora e con il sorriso :), ennesima prova che la "guerra" non è voluta dai cittadini, grazie anche allo sport, che come in qualunque parte del mondo abbatte ogni tipo di barriera! 
Nonostante il rigido statuto dittatoriale Nord-Coreano, le Olimpiadi del 2018 si svolgeranno proprio a Pyongyang, (chissà cosa hanno dovuto promettere in cambio del permesso di poter utilizzare la capitale per l'evento mondiale più seguito), anche se forse un'idea me la sono fatta e cioè che l'evento porterà un sacco di soldi nelle tasche del Leader Supremo o "Brillante Compagno" come è stato definito, Kim Jong-un.

Lee Min Ho è l'Ambasciatore Onorario Ufficiale in rappresentanza della Corea del Sud ai Giochi Olimpici Invernali a Pyongyang del 2018 <3 

Non ci vuole un occhio clinico per vedere e capire che le differenze tra le due sono grandi, alcune volte più evidenti e altre meno, ma comunque innegabili.

Wow, spero davvero di poterla vedere con i miei occhi e voi? Avete mai sognato di poterla visitare o magari viverci? Avete mai sognato di potervi innamorare di qualche bel manzo da urlo e piantare radici nel "Paradiso Terrestre"?
Fatemelo sapere, sono curiosa di sapere le vostre opinioni e le vostre esperienze....... 

Ringrazio inoltre dal profondo del mio <3 il Sud di esistere e di avere così tanti Idol che ci sollazzano e con cui passare le nostre giornate a sbavare sui drama che interpretano. Grazie a loro, la mia vita non è buia......... Tanta roba LOL :D <3

Dopo tutte queste "differenze" che fanno riflettere, vi lascio con un'immagine simpatica che riassume tutto ciò che ho scritto finora, giusto per alleggerire l'umore :D

Un saluto e un abbraccio dalla vostra affezionatissima Byeol...... Annyeong Chingu <3 <3 <3

Senza parole.......... :D :D :D

14 commenti:

  1. Interessante argomento, spesso mi chiedevo appunto perché queste differenze tra il nord e il sud, grazie mi è piaciuto leggere questa rubrica hai spiegato benissimo✌🔝 in effetti io se dovessi far un viaggio andrei in Corea del Sud senza dubbio😏 sarei curiosa di vedere dal vivo la patria dei drama e degli attori tanto seguiti😍 e anche per il cibo ( nei drama sì vedono tanto di quei cibi invitanti che vorrei provare e apprezzo quindi anche l'atra vostra rubrica sui cibi tipici della Korea👍) seul è stupenda 😍 ma ahimè mi accontento vederla tramite i meravigliosi drama😀 marghe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara e benvenuta su questa rubrica!
      Da persone che conosco e che hanno visitato la Corea, posso dire che in molti sono critici sullo stile di vita, ma innegabilmente rimangono affascinati dalle bellezze di questo paese.
      Una cultura così distante dalla nostra, resta sempre una meta anelata, in modo maggiore se poi ci si appassiona a qualcosa. Grazie ancora per seguire le nostre rubriche ^_^ è un piacere parlare con tutti voi, vieni a trovarci anche su quelle di rubriche ci farà molto piacere.

      Elimina
  2. Molto interessante questo argomento sulla Corea,io sono da sempre affascinata della storia in generale,la storia della Corea del sud e quella del nord cosi divise, mi fa tanto pensare alla Germania est e Germania ovest quando la nazione era divisa in due, la situazione dei tedeschi era uguale come la corea oggi, comunismo da una parte e democrazia dall'altra,sino alla caduta del muro di Berlino,io spero che questo Paese che noi amiamo e conosciamo grazie ai
    drama un giorno possa essere unito e che anche la Corea del nord trovi un po di quel benessere che un dittatore gli nega,glielo auguro con tutto il cuore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia, bentornata!
      Assolutamente l'associazione per noi europei viene di rimando, anche se sostanzialmente, le due Coree non sono divise solo per idiologie politiche. Ci sono tanti trascorsi alle spalle che è difficile accettare e mandare giù. A partire dal rapporto di "dominazione" con i giapponesi, che è un'altra storia ma ancora i due paesi si rinfacciano pesantemente...
      Lo stampo liberale americanizzato della Corea del Sud poi, purtroppo si scontra troppo con la mentalità conservatrice e repressiva della Corea del Nord...
      Per quanto si possa sognare un mondo migliore, io sinceramente le due Coree riunite non ce le vedo, penso francamente che la convivenza porterebbe parecchie guerre civili.
      Non facciamoli passare come vittime di una politica dittatoriale, c'è ed è vero, ma questa politica esiste perché qualcuno l'ha accettata e anzi loro estremamente convinti del bene che faccia. Mi saltano agli occhi le immagini di esaltazione mediatica che caratterizzano il leader... Allo stesso modo in cui è esistito il fascismo o il nazismo...
      Una storia complicata a mio avviso, l'unica cosa che mi sento di augurare, è che possano trovare un equilibrio stabile, prima che qualcuno ne paghi le conseguenze.

      Elimina
    2. buonasera Sho-jem , su quest'ultima spiegazione non posso che darti ragione,sicuramente la loro storia , la loro situazione non e delle più facili,ne hanno passate veramente tante, e come dici tu si può solo auspicare che possano mantenere un equilibrio,. al fine di permettere una civile convivenza

      Elimina
  3. Rubrica molto molto interessante. Come ho detto in un'altra rubrica, sono appassionata di storia e appassionata dell'oriente. Purtroppo non ho ancora avuto occasione di visitare l'Asia, ma sarebbe uno dei miei più grandi sogni. Ho sempre visto il Giappone come la mia personale terra promessa, ma da qualche anno mi sento molto vicina alla Corea del sud e chissà se visitandola un giorno, io non la preferisca al mio amato Giappone. Una cosa è certa,voglio sposarmi un asiatico! XD giapponese, coreano, cinese, taiwanese, thailandese...non mi faccio problemi, ma un asiatico me lo devo trovare. Se vado in Asia non torno più! XD Cmq...tralasciando i bei manzi asiatici e la mia fissa per gli occhi a mandorla...per quando riguarda le due repubbliche coreane, mi sono sempre chiesta e immaginata che stile di vita conducessero al nord rispetto alla ormai "occidentalizzata" corea del sud. Sono fieri del loro paese? Sono felici di vivere in una realtà che sembra lontana anni luce dal vicino sud? Io personalmente ringrazio il cielo che esista la Corea del Sud per le bellezze che offre al mondo e spero un giorno in una pacifica riunione del paese. Alla fine parte di questa scissione fu a causa della guerra fredda, che ha effettivamente lasciato un indelebile segno nella storia della nostra amata terra promessa. Che in realtà sia stato un bene per il sud? Alla fine tutto si è creato con guerre, conquiste e colonizzazioni ed è per questo che l'essere umano non deve mai dimenticare da dove proviene: ogni singolo individuo è cittadino del mondo, senza distinzioni. Siamo tutti un grande popolo, figli di antenati vicini. Ok...mi sono persa in discorsi assurdi xD grazie per la bella lezione storico\antropologica, davvero molto apprezzata. :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marta, è sempre un piacere averti presente in queste rubriche ♥
      La "lezione di storia coreana" è in fase di preparazione, visto che l'argomento scelto è un po' complicato a livello tecnico, ci sto lavorando su con ricerche x°D ma arriverà promesso.
      Amo il Giappone anche io, tantissimo credimi...
      Proprio in questi giorni, a causa di una giornata in cui le forze mi hanno abbandonata, ho visto degli approfondimenti sull'attacco di Pearl Harbor... e credimi, mi si è accapponata la pelle...
      Forse perché sui banchi di scuola ci hanno insegnato solo gli effetti della bomba nucleare lanciata dall'Enola Gay su Nagasaki e Hiroshima ma...
      Anche le immagini e le documentazioni dell'attacco alla flotta americana erano follia...
      Questo per dire quanta crudeltà la guerra porti...
      Non penso che i nord coreani siano fieri della propria situazione (seppure i conservatori rappresentino un alto tasso dell'intera percentuale della popolazione) ma la rabbia covata in seguito alla Guerra fredda e alle angherie subite è tanta.
      Secondo il mio punto di vista, quando scoppia una guerra non esistono vittime e folli spietati dal punto di vista politico.
      Esistono semplicemente degli schieramenti che giungono al limite della sopportazione dopo un susseguirsi di fatti.
      Poi certo casi di follia umana, come Hitler e i vari leader nord coreani sono casi a parte, ma come lo sono stati i comunisti i fascisti e compagnia bella.
      Ciò che la storia dovrebbe aver insegnato è che gli unici a pagarne lo scotto, sono i popoli.
      Ma dall'altra parte sono anche i popoli ad eleggere i propri rappresentanti, come possono aver fatto gli Stati Uniti con Trump ora...
      Quindi tirando le somme, la colpa di chi è?
      Di nessuno.
      La responsabilità è data da una serie di ingranaggi che si innescano, senza trovare un punto di ritorno.
      Speriamo però che organizzazioni come l'ONU, facciano valere quel tanto agognato sentimento di PACE di cui si sono immolati ad esser i difensori...
      Speriamo dico, perché le ultime notizie, non sono molto incoraggianti e noi sinceramente di una Terza Guerra Mondiale, nel 2000 non ne sentiamo proprio la mancanza!

      Elimina
  4. Parole sante. Nient'altro da aggiungere al tuo commento, hai già detto tutto. Attenderò altre rubriche di storia, sono davvero molto interessanti. Un bel lavorone, ma grazie. 🙏

    RispondiElimina
  5. Grazie mille Byeol nostra per questo approfondimento che, se devo essere sincera, mi ha fatto digrignare i denti... Caaaara Corea del Nord, ci hai tolto un sogno, PER ORA, te possino proprio. Tempo fa vidi proprio un documentario sulla Corea del Nord, girato da un italiano credo, che ottenne molto faticosamente i permessi per girare alcune scene del posto.
    La Corea del Nord è definito un paese, come proprio ci espone Byeol, dittatoriale: non è permesso l'uso di alcuna tecnologia avanzata che dia la possibilità alla popolazione di vedere un mondo al di fuori del loro; non possono vedere programmi trasmessi al di fuori del loro paese, non possono vestirsi in certi modi, non possono stare fuori entro certi orari, tutti ma proprio tutti devono avere un lavoro (questo è l'unico aspetto positivo °-°) e le punizioni per chi tenta di evadere dal paese o di andare contro le regole sono punibili in modo molto crudele. Un paese che si ferma ai suoi confini e non dà spazio a niente. Molti cittadini che sono riusciti a "scappare" da quel mondo, raccontano sempre con le lacrime agli occhi quanto sia stato difficile per loro l'espatrio... Siamo in un era in cui esiste ancora tutto questo, e chissà se mai migliorerà qualcosa.

    RispondiElimina
  6. Non prendetemi per matta ma... x°° la prima cosa che ( ancora oggi ) mi viene in mente pensando alla Corea, è la barbabietola da zucchero.
    x°° Il destino è strano e.e ne parlai agli esami di quinta elementare ( eh già... ) visto che l'unica cosa che ricordavo di tutta la geografia studiata, era proprio sta barbabietola... che tra l'altro credevo fosse una specie di nodo di zucchero filato che cresceva sotto terra.
    Dettagli.
    Torniamo a noi xDD

    Le guerre sono utili come il sale sulla torta pan di stelle.
    Alla fine, facendo due conti, la quantità di "cose perse" supera di gran lunga quella delle "cose ottenute".
    Alla fine, per fame di potere, famiglie e sogni sono stati smembrati in modo allucinante.
    Qui abbiamo poi un esempio più "intenso" ( passatemi il termine ) del Muro di Berlino; due parti di un unico popolo, gestite, governate, cibate da due mentalità totalmente diverse, parliamo di Sovietici... e Americani, chi diamine ne sarebbe uscito illeso?!

    La Corea del Nord essere rimasta ferma nel tempo, una città al passato che odora ancora di cera da scarpe e sigari.
    Basta soffermarsi un attimo sulle foto per assaporare il gusto acido della dittature, del silenzio, della mancata libertà d'esistere.
    Tanti documentari o semplici video su youtube, mettono a confronto i due modi di vivere, basta pensare che in Corea del Nord i parrucchieri lavoro in stile automa, le acconciature disponibili sono quel tot, 14 per le donne se non erro, statiche, capelli del colore naturale, niente sfumature... ergo la fantasia delle ciocche colorate ve la fate passare.
    È un mondo parallelo in cui i cittadini, non hanno mai smesso di respirare aria di guerra... ed è una cosa tremenda.

    Il bello della Corea sono... i cittadini, si amano, si sostengono, vorrebbero essere uniti, un nodo enorme contro la guerra.
    Dovremmo prendere esempio noi Italiani, zittire a sberle chi si alza una mattina e vuole creare leggi per eliminare le regioni dalla Campania in giù -_-

    P.s. il sogno di vivere lì è strano... perché alla fine, il mondo del lavoro è sempre troppo... X o Y, bisogna essere molto bravi in qualcosa o avere molto cu----ore!

    RispondiElimina


  7. Cara Byeol ti ringrazio perchè trovo questo post fonte di cultura , conoscere le differenze abissali tra le due Koree è interessante anche se sono "orripilata" da queste differenze. Il fatto che la Korea del nord viva ancora in queste condizioni nel 2017 mi sconvolge parecchio, ma so anche che se certi personaggi non scompariranno dalla faccia della terra, la situazione rimarrà la stessa...è brutto lo so augurare vita breve a un essere umano ma ci sono personaggi che di umano hanno ben poco.
    Non sono molto d'accordo nel ritenere la Korea del sud quasi il paradiso, perchè dai commenti che leggo da persone che ci vivono non sono tutte rose e fiori anzi;
    Sicuramente è molto più facile vivere per alcune questioni come la burocrazia che solo in Italia è assurdamente lunga e vergognosa, mentre in Korea so che anche in un giorno riesci ad aprirti un'attività.
    Siamo affascinati da ciò che vediamo dai drami ma so per certo che loro ci "invidiano" allo stesso modo.L'Europa per loro è meta di viaggi ambita, ma a parte questo,ripeto se parlate con persone che li ci vivono da
    anni smonterebbero subito queste utopie specialmente il discorso donna, di come a volte è trattata, che è veramente una cosa pietosa.
    Ti invito se ti fa piacere a intervistare la ragazza che vive in Korea che interagisce su FB con le persone che le rivolgono spesso delle domande a questo proposito e con cui ho avuto modo di interagire spesso....Si chiama Giorgia Alfonso e so che ha un blog tutto suo.
    Ciò non toglie però che resta un paese meraviglioso che grazie ai drama ci fa sognare, un paese ricco di storia con bellissimi palazzi a ricordare ai posteri la magnificenza dei periodi d'oro che hanno fatto della Korea storica uno dei paesi con dei luoghi più colorati al mondo almeno per me.
    Inoltre ti ringrazio tantissimo , mi farebbe piacere leggerne altri magari in riferimento ai vari luoghi dove i nostri amati drama vengono girati^_^
    grazie e alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andreina,
      perdona il ritardo nella risposta ma mi ero persa questo commento tra le mille notifiche. ç_ç
      Guarda, mi trovi d'accordo con te su tutto.
      Ogni Paese ha i propri pregi e difetti, quindi non mi sento di dire che la Corea, così come l'Italia o l'Inghilterra, siano dei Paradisi. C'è qualcosa di buono sia da noi che dagli altri, così come ci sono delle cose che non vanno bene.
      Grazie per aver apprezzato questo approfondimento!♥

      Elimina
  8. Grazie, è sempre bello conoscere anche se solo leggendo altre realtà. Vorrei però segnalare che le olimpiadi invernali che stanno per iniziare (9/2-25/2) si terranno in Corea del sud e non del nord con base PYEONGCHANG.
    Mi sono informata bene, adoro gli sport invernali e sarebbe stato un sogno poter andare. I nostri "idoli" sono parecchio sportivi e chissà, qualcuno si poteva anche incrociare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela!
      Hai ragione, le Olimpiadi si terranno in Corea del Sud e, in questa occasione, pare ci sia stata una piccola tregua tra le due Coree sperando che duri ma... visto il soggetto... ne dubito. ç_ç

      Elimina