domenica 23 luglio 2017

A lezione di storia... CORENA!


Tra presente e passato la vita a corte delle donne




Vi siete mai chiesti, guardando qualche drama storico, il motivo per il quale nella Corea antica fosse ammessa la poligamia matrimoniale?
Andando a ritroso del tempo, anche la storia occidentale ci offre degli esempi di lotte per il cuore di una donna, ricordate la triste storia di Antonio, Cesare e Cleopatra?
*Messo così sembra lo spunto per un triangolo BL ma non è quello che intendevo lo giuro!*
Torniamo seri, nell'antica patria coreana, nella famiglia reale in particolar modo, la poligamia era ammessa per una semplice motivazione.


Creare una linea diretta di eredi, in grado di non poter essere scalfita da famiglie avversarie.
Seppure la fertilità delle donne del passato, sembrasse essere molto più longeva, rispetto alla modernità, poteva capitare a una regina di non riuscire a genere eredi in salute o non generarli per niente.
Si rendeva quindi necessaria la presenza di più regine, in grado di donare stabilità di generazione al re.
Da qui ovviamente si aprirono cospirazioni tra consorti, la nascita di dame di corte che altri non erano se amanti "ufficiali o non ufficiali" del sovrano.
I ruoli fondamentali nella società di Silla (o Shilla) per la donna nel mondo aristocratico erano:

  1. Regina
  2. Regina Madre
  3. Regina reggente
  4. Regina vedeva
  5. Concubina reale
  6. Dama di corte
La vita della donna a corte non era delle più semplici, seppure dormisse tra ricche sete importate, doveva essere vigile e tenere un occhio sempre aperto!
Gli omicidi a palazzo non erano poi così rari, soprattutto a mezzo di veleni, ai quali purtroppo gli speziali non sempre sapevano porre rimedio.
Spesso l'esecuzione veniva emessa attraverso la somministrazione di sostanze nelle bevande o negli alimenti, questo perché data la conoscenza medica "limitata" dell'epoca un avvelenamento poteva sempre essere passato per morte naturale o per malattia.
Il ruolo della donna di nobili origini a corte era minimalista, essa si occupava infatti del ricamo, delle arti domestiche, del canto e raramente della lettura.

Non tutte le nobildonne infatti venivano istruite, anche se si registrava una buona percentuale soprattutto nei ranghi più elevati, questo era dovuto al concetto di subordinazione e remissione della donna in una società prevalentemente maschile.
Essendo il palazzo un luogo molto vasto e difficile da gestire, venivano designate delle dame di corte che si occupavano della gestione totale, dalla preparazione del tè ai bagni termali e via discorrendo.
La donna, nell'arco della giornata era solita fare lunghe passeggiate nei ricchi viali alberati della corte e visitare i luoghi di culto.

La maggior parte delle volte, le figlie delle casate nobili nascevano con l'intento di essere date in spose (spessissimo ancora in età infantile) ai potenti dell'epoca per stringere alleanze durature tra famiglie e clan in combutta per il potere.
Va da se quindi che la nascita di eredi maschi donava stabilità al passaggio del potere, ma anche eredi femminili erano importanti. Pedine su una scacchiera dove chi arrivava più vicino all'imperatore aveva il potere nelle proprie mani.
Da questa introduzione possiamo trarre diversi spunti e farci un'idea di come seppur lontana, dalla nostra cultura, il ruolo della donna nell'antichità fosse il medesimo.
Oggetti progettati per la procreazione più che per l'uso dell'intelletto...
Ma a cambiare notevolmente questo stato di cose fu la PRIMA REGINA donna salita al trono: Seondeok, nota ai posteri per la sua sagacia e intelligenza.
Seondeok fu la prima donna in assoluto a sedere sul trono coreano, non solo perché il re suo padre non generò eredi maschi, ma soprattutto perché fin da bambina si distinse per la propria arguzia.
Oltre all'integrazione nella società dell'epoca (parliamo all'incirca del 647-650) dell'arte e nuove filosofie di pensiero che vennero attribuite alla sua persona, la regnante si distinse in molti campi nel corso del suo regno durato ben 14 anni.
Sempre a lei è attribuita la costruzione del primo osservatorio astronomico dell'oriente.
Grazie al suo esempio altre due regine riusciranno a sedersi sul trono, senza conseguire però, gli stessi traguardi.

Consigli dramosi: Proprio alle vicende dell'omonima regina fa riferimento la versione drama del 2009 composto da 62 episodi... perché c'è anche a chi la storia piace!
Al prossimo giro di boa~


27 commenti:

  1. Articolo davvero interessante...non conoscevo la storia di Seondeok
    Chidori83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Chidori, anche tu sei un'amante dei drama storici?

      Elimina
  2. Bella scheda tesò!!*-*
    Da amante dei drama storici non potevo non aver visto quello sulla storia della regina SeondeokXD Anche se sono 62 episodi,vale la pena vederlo*-*
    Gran personaggio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero sicura che a te sarebbe piaciuta x°D dammi il 5 compare!
      In verità ho aggiunto il consiglio dramoso perché voglio recuperarlo anche io il drama hahahahaha mi incuriosisce la storia della regina!

      Elimina
    2. 5!!!XD
      Fai bene,il drama è ben fatto e completo,percorre tutta la storia di questa donna,da prima della sua nascita, alla morte^_^

      Elimina
    3. Infatti mi ha incuriosito proprio per questo, visto poi che i coreani son bravi con gli storici...

      Elimina
  3. Bella scheda, tesoro *-*

    La prima parte mi ricorda molto ciò che ho visto in "The King's Face" con Seo In Guk, mio primo drama storico e che mi ha stupito tantissimo per il fatto che mi sia piaciuto xD Con le serie TV storiche, purtroppo, non ho un buon rapporto... Una addirittura l'ho droppata a due episodi dal finale della seconda stagione xDDDDDDDDDDDD

    Ma torniamo a noi! *-* "The King's Face" mi aveva affascinato tantissimo anche per la storia, ci sono tutti gli ingredienti da te citati tranne uno... Il Re ha avuto un bel po' di figli, ma tutti maschi o.O neanche una femmina xD
    Non è giusto dare in sposa la propria figlia al regno "nemico" solo per mantenere la pace... Ma è anche vero che comunque, le donne, erano sempre considerate inferiori agli uomini ç.ç La cosa mi mette addosso un'enorme tristezza, ma tra i vari drama che ho in lista (Corea: tra gli altri, "Goddess Of Fire, Jeongi" con Kim Bum e "The Great Seer" con Ji Sung, Cina: "The Song of Phoenix" con i protagonisti di "Revive"... non credo di averne di giapponesi in lista o.O) spero che venga tanto affrontato il tema perché mi piacerebbe veramente approfondirlo! *-*

    Le ambientazioni, comunque, sono fantastiche *-* Mi ispirano tantissimo xDDDDD

    Devo darmi una mossa a leggere i due libri di storia giapponese e di storia coreana che ho preso *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ale ♥ sono felice che questo piccolo approfondimento possa interessare a qualcuno, il risvolto storic a me personalmente interessa e affascina parecchio!
      *_* Libri di storia Giapponese e Coreana?
      Aggiornami aggiornami, sia mai che li trovo e li leggo anche io *_*

      Elimina
  4. Potere alle donne! Non per niente la prima regina coreana ricorda molto la nobile Elisabeth d'Inghilterra, anche lei si distinse per il suo grande intelletto e la arguzia, molto più di un uomo, ecco perché non ha mai avuto bisogno di un uomo al suo fianco XD
    Questi esempi di poligamia ormai li vediamo in quasi tutti i drama storici, ma non ne viene colta la sofferenza che potrebbe provare una regina tradita né benché meno una concubina ç_ç Quanta ingiustizia devono subire le donne

    RispondiElimina
    Risposte
    1. X°D
      Classico delle donne cornute e marziate!

      Elimina
  5. Uhm...molto interessante.
    Ammetto la mia ignoranza in materia,di storia coreana so quello che ho visto nei drama.
    Quando guardo uno storico di solito la prima cosa che faccio è informarmi giusto per discernere il vero dalle licenze poetiche che regista e sceneggiatore si sono concessi.
    Però quando si tratta di storia dell'estremo Oriente,di Corea soprattutto,non è arduo trovare materiale, quindi se avete titoli,spacciateli,please!
    Leggendo la scheda mi è venuto subito da pensare: "tutto il mondo è un paese" soprattutto quando c'è di mezzo la condizione femminile.
    Subito dopo, elementare Watson, è scattato il confronto,perché non è che le donne medievali della cristiana Europa, se la godessero.
    E' vero,non c'era la poligamia,ufficialmente,ma c'era de facto.
    I castellani occidentali avevano concubine,sorry,amanti a iosa come gli orientali,solo che la cristiana Europa,i frutti degli amori proibiti,li additava come bastardi e non ci dimentichiamo il vergognoso balzello che le donne erano costrette a subire la prima notte di nozze e tutto questo nella civilizzata e cristiana Europa.
    Quindi mi fa sempre piacere leggere le vite di donne coraggiose e intrepide che non si sono piegate alla legge dei maschi.
    Grazie per tutte le info.
    P.S. guys....sto scrivendo da cell,quindi per gli eventuali errori,fate finta di niente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi ritrovo in tutto quello che hai scritto.
      Gli europei parlano sempre dall'alto della loro "antica cultura" per poi dimostrarsi più ignoranti delle capre.
      Dimentichiamo la xenofobia, il razzismo, il maschilismo, le dittature, la discriminazione e tutto il cucuzzaro bello che ci contraddistingue.
      Vogliamo parlare di persecuzione religiosa?
      Siamo stati i primi a dare il via.
      Vogliamo parlare di razzismo contro gli omosessuali?
      Siamo sempre tra i primi ad annoverare antiche origini, già romani, spartani e ateniesi gettavano dai dirupi determinate "categorie" di persone.
      Meglio non rivangare troppo il passato, che la nostra bella reputazione va a farsi friggere.
      In Europa stessa la donna era un oggetto sessuale da utilizzare come "merce di scambio" per intessere alleanze politiche. Ricordiamo la cara Lucrezia Borgia tra le tante? Stop chiudo la parentesi perché starei a fare esempi per ore x°°°D
      Giuro non sono una femminista ma la storia mi è sempre piaciuta e fin da piccola andavo di autobiografie a go go!
      Mmm vediamo vediamo consigli, allora io ho visto da poco Moon Lovers Scarlet Heart (che mi è piaciuto molto, finale escluso) ed ora sto vedendo Scholar who walks the night (anche se è storico, ci sono i vampiri e scorre un po' lentino) sempre storico mmm... Faith, Arang and magistrate, Empress Ki, insomma c'è solo l'imbarazzo della scelta, ti dico solo che mi sto buttando anche su Moon Lovers Cinese x°°°°D sono proprio da ricovero, lo so!
      Ma quali errori u_u

      Elimina
  6. Jem...non mi sono spiegata io,scusami.
    Intendevo titoli di libri.
    I drama che hai citato,li ho visti tutti, però ti do la mia opinione di là,nella scheda dei drama.
    A dopo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uhh sorry Nina avevo dato per scontato parlassi dei drama!
      Mmm qui l'esperto credo sia Ale!

      Elimina
  7. Io sono abbastanza ignorante in materia ma cercherò di approfondire più che posso. Perché, nonostante non sia un amante della storia in generale, questo è un argomento interessante!
    Ovviamente, lo farò guardandomi dei bei drama storici! Al momento, però, sono ferma ad "Hwarang" ed al film "A Frozen Flower"! >_<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "A Frozen Flower" ç_____ç

      Elimina
    2. Tesò, semplicemente la storia non te l'hanno fatta apprezzare tra i banchi di scuola.
      Mi rendo conto che spiegazioni a mo di cantilena, non invoglino le persone ad approfondire!

      Elimina
    3. No, concordo in pieno °°
      Poi se ti propinano pure dei libri che sono solo dei mattoni... il tutto è ancora peggio °°

      Elimina
    4. Esatto soprattutto poi, quando a parlarti di storia sono degli anziani prof che sono stanchi anche di respirare!

      Elimina
  8. Ecco la GeeJay che ha iniziato a vagare per le pagine!
    Grazie per il post! <3
    Me in fissa coi drama storici - solo coreani...ho provato altro ma non ce la faccio proprio - quindi ci sta proprio bene!
    In sostanza i vari re si facevano gli harem. Cosa che farei pure io, al contrario ovviamente. XD
    Dei furbacchioni.
    Se vogliamo parlare del ruolo della donna...mah. Anzi meh. Ma i tempi erano oscuri...
    Tosta la regina! Pensavo a un certo punto che fosse arrivata una femminuccia sul trono, ma non sapevo i dettagli. Un po' di rivincita. Spero avesse un harem a questo punto. XD (stile Hwarang)
    Me attende con gioia altre newsssss!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara, mi era sfuggita questa risposta!
      Oh, qualcuno in fissa con gli storici come me e la nostra Kat?
      Deos gratiam!
      Vediamo che dire!
      Gli harem solitamente erano "esclusiva" degli uomini, perché per quanto possiamo negarlo la società era di stampo maschilista.
      Solitamente le donne sposate, vivevano amori "illeciti" nel buio dei corridoi imperiali, lontano da occhi indiscreti, per un semplice motivo.
      La discendenza.
      Se il re era in vita, la regina aveva solo un compito: assicurare la discendenza reale, ovvero una linea continua di sangue che non doveva essere interrotta.
      Le donne erano costrette infatti a plurime gravidanze, intercorrendo anche in rischi fisici, più eredi c'erano, più la discendenza era al sicuro.
      In tutto questo ad esempio, amori illeciti con uomini di estrazione sociale inferiori, erano visti come "imperdonabili".
      Un aspetto molto particolare però, la famiglia reale seppur "guida" di una nazione, non veniva vista con valore "divinizzato" quindi nel corso del tempo trovare re e regine giustiziati non è così strano!
      Con molti anni luce, hanno anticipato le esecuzioni capitali!

      Elimina
    2. Ciao!!
      Diciamo che aveva un harem ma non nel senso "amoroso"XD Aveva tanti uomini che la rispettavano(ovviamente si guadagnò il loro rispetto) e eseguivano i suoi ordini, fidandosi ciecamente delle sue scelte*_* Non è solito vedere un monarca suscitare tutta quella fiducia e rispetto,specie se donna u_u

      Elimina
  9. Bellissimo articolo...la vita arcaica così, un po ovunque.... Da noi si usava ripudiare e prendere un'altra moglie...il concetto era simile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Milla!
      In effetti la storia delle donne un po' in tutto il mondo ha percorso lo stesso sentiero, probabilmente l'unica cosa a cambiare era la "copertura"!

      Elimina
  10. Anche io sono una fan degli storici coreani, questo della regina mi manca lo metto in lista. Il ruolo delle donne era pessimo come da tutte le parti pero' alcune poi sapevano sfruttare le loro carte a dovere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupera! Anche se lungo vale la pena,è molto completo^^

      Elimina
    2. Ciao cara, scusa il ritardo con il quale recupero la risposta!
      Recupereremo in tanti, vedrai.
      Ma attenzione la prossima lezione di storia porterà nuovi suggerimenti ^_^
      Stay tuned!

      Elimina