venerdì 23 giugno 2017

Boku wa Ashita, Kinou no Kimi to Date Suru - My Tomorrow, Your Yesterday


*DETTAGLI*

Titolo: My Tomorrow, Your Yesterday / Tomorrow I Will Date With Yesterday's You 
 Titolo Originale: ぼくは明日, 昨日のきみとデートする
 Titolo Romanizzato: Boku wa Ashita, Kinou no Kimi to Date Suru
 Genere: Romantico
 Anno: Dicembre 2016
 Diretto da: Takahiro Miki
 Tratto dal Romanzo di: Tomoko Yoshida
 Durata: 111 minuti

*CAST*

♥ Fukushi Sota è Minamiyama Takatoshi
 Komatsu Nana è Emi Fukuju
♥ Higashide Masahiro è Ueyama Shoichi
♥ Otaka Akira è il padre di Takatoshi
♥ Miyazaki Yoshiko è la madre di Takatoshi

*TRAMA*

In un giorno qualunque, mentre è sul treno per andare all'università, Takatoshi si innamora a prima vista di Emi, una ragazza dall'aspetto dolce e timido.
Senza pensarci la segue alla fermata della stazione e le rivela i suoi sentimenti dando così inizio alla loro storia d'amore. Tragico o inverosimile che sia Emi sembra nascondere un segreto che dovrà a tutti i costi rivelare al suo innamorato.

*Al Di Fuori del Tempo, C'è Una Stella Che Si Chiama "Amore"*

Tratto dal celebre romanzo di Tomoko Yoshida, "My Tomorrow, Your Yesterday" è la storia d'amore senza tempo di due adolescenti che cercano di superare il più grande degli ostacoli pur di passare anche un solo minuto di più insieme. 

Il mondo di Emi, di per sé sconosciuto a Takatoshi, si rivela per il loro rapporto un'arma a doppio taglio, in quanto potrebbero perdere quei sapori e quelle frivolezze che si possono avere solo con il primo amore. Il futuro di Takatoshi e il passato di Emi si fondono in un tutt'uno creando una storia un po' complessa, ma allo stesso tempo coinvolgente.
È possibile che la storia dei due mondi possano confondere lo spettatore (come è successo a me X°D), perché noterete durante il film un'altalenarsi di passato e futuro che in un primo momento vi porteranno a dire: "Mica ho capito che fanno sti due!" Eppure riuscirete ad arrivare fino alla fine con una lacrimuccia assicurata.

Uno dei milionesimi film in cui Fukushi Sota interpreta il ruolo di un ragazzo romantico e un po' impacciato, spalleggiato dalla nuova stella dello schermo giapponese Komatsu Nana, che abbiamo avuto modo di vedere nel mini drama di successo "Kurosaki kun no Iinari ni Nante Naranai", seguito poi da un film cinematografico. L'alchimia tra i due l'ho trovata appena percettibile, forse perché, nonostante mi piaccia molto Sota nei suoi ruoli, dovrebbe usare meglio le labbra per altro, non solo per parlare! MA... posso ancora giustificarlo perché è giovane quanto un cerbiattino che ha mosso i primi passi, quindi c'è ancora speranza che l'ormone si desti e faccia scintille *o*
Un po' meno convinta su Nana che non riesco ancora a farmela stare simpatica al 100% ma che presumo possa diventare la nuova prezzemolina del Sol Levante... Sempre meglio lei di tante altre, questo è sicuro ç^ç




(Scrivete sempre in oggetto il titolo del film/drama/MV).

U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook, Twitter e Instagram!

martedì 20 giugno 2017

Johnny & Associates.

Stavo pensando a quale argomento trattare, quando mi è balenata in testa una domanda: "quando ho iniziato a seguire drama? Di chi è stata il merito/colpa?"

Ebbene, a parte due amiche - le vere responsabili della mia dramite acuta - il merito va anche a degli

attori che come prima cosa, però, fanno (o facevano) anche altro. Perché, non ricordo qual è stato proprio il primo drama che ho visto, ma nelle prime visioni era sempre presente Matsumoto Jun. (Iniziamo a dare aria agli scheletri nell'armadio u_u no, scherzo XD) 
"Kimi wa Petto", "Bambino!", "Hana Yori Dango"... questi sono alcuni dei titoli che mi hanno portato in questo mondo. In uno di questi, c'era la sigla finale che aveva catturato la mia attenzione. Decido di cercarla su Youtube e... cosa vedono i miei occhi? C'era Jun anche lì e non perché faceva parte del cast, cantava proprio la canzone! 
Le due amiche sopracitate, mi avevano già nominato gli Arashi (così come gli altri gruppi), ma non avevo dato peso ai nomi o deciso di approfondire la conoscenza. Anche perché ci ho messo veramente tanto ad impararli, così come ad imparare i visi e via discorrendo (sono sempre stata una testa dura XD ed in quel periodo davo la priorità agli anime XD).
BTW, da lì mi si è aperto un mondo di pailettes e balletti fuori tempo ed io così:  












Insomma, non sono l’unica ad aver fatto questo percorso, vero? 
Avete capito di cosa sto parlando, non è così?
Della Johnny & Associates, per gli amici "Johnny's"!! 
Praticamente mi sto gettando da sola nella ragnatela ma provo lo stesso a scavare a fondo in quest'agenzia che ci ha fatto (o fa, per chi sta continuando a seguirla... io mi sono un po' persa, lo ammetto.) sognare.
Cos'è la Johnny's, dunque? È un'agenzia fondata da Johnny Kitagawa e Mary Kitagawa nel lontano 1962, ma che è stata inaugurata qualche anno più tardi: nel 1975.
Qui, praticamente, vengono reclutati ragazzi dagli 8 ai 10 anni e vengono formati in tutti i campi: canto, danza, recitazione e presentazione.
In primis fanno parte di boy bands... anche se prima di debuttare, dovranno fare un bel po' di gavetta. I Juniors (così vengono chiamati i tirocinanti), infatti, faranno da backdancers (insomma, ballerini) ai gruppi più grandi! >_<
Facciamo una panoramica sui gruppi che ha creato:

Il primissimo gruppo è stato il Johnnys, lanciato nel 1962. Ma il vero successo lo raggiunge 6 anni dopo con i
Four Leaves (qui con ODORIKO sento di dover condividere questa chicca con voi XD). Dopo di loro, il percorso è stato praticamente in discesa, lanciano anche artisti solisti tra cui: Masahiko Kondo e Hikaru Genji.


Nel 1987 viene formato il gruppo degli SMAP, uno dei gruppi più famosi in Giappone, dato il grande successo commerciale che hanno avuto. Ovviamente, anche loro hanno dovuto fare la loro gavetta: difatti, sono stati i ballerini di Hikaru Genji sotto il nome di Skate Boys. Debuttano con il loro primo singolo solo nel 1991. Diventano molto più popolari con la creazione di un programma presentato da loro, chiamato "I Love SMAP". Purtroppo il primo Gennaio di quest'anno hanno deciso di sciogliere la band, però. Ma, tranquille, li possiamo vedere nei nostri amati drama. u_u 


Visto che siamo approdati negli anni '90, faccio una breve carrellata degli artisti fino ad arrivare ai giorni nostri (anche perché se dovessi scrivere di tutti, il post diventerebbe esageratamente lungo):
TOKIO, V6, KinKi Kids, Arashi, Tackey & Tsubasa, NEWS, Kanjani8, KAT-TUN, Hey! Say! JUMP, NYC, Kis-My-Ft2, Tomohisa Yamashita (come solista, dopo aver lasciato i NEWS).
C'è chi ha avuto tanta fortuna (vedi gli Arashi che possono sfornare anche cover di canzoni di Pupo ma venderebbero lo stesso), chi meno (tipo i NEWS che hanno perso  qualche “pezzo” strada facendo), chi zero proprio (i KAT-TUN, che hanno percorso la via dei NEWS ma loro sono arrivati allo sfacelo proprio... ç_____________________ç scusate XD sono stati il primo gruppo, ci ero molto affezionata.)

Ma la vita in agenzia non è tutta paillettes e lustrini...
Ok, questo è un argomento un po’ complicato ma... proviamoci!
Chi sono questi idol che noi seguiamo/abbiamo seguito con tanta passione? Noi li chiamiamo "ichiban", c'è chi ne ha uno, chi ne ha più di uno (coff coff)... ebbene, come dicevo sopra: sono dei giovani ragazzi a cui viene insegnato a cantare, ballare, presentare e recitare. Ragazzi dall'immagine pulita, perfetta. Ragazzi in vetrina, praticamente. Perché, ahimé, i fan giapponesi sono un po' psicopatici. 
Guai a loro avere una vita. Una vita vera, intendo. Anche a livello di agenzia. Ci sono regole molto ferree a riguardo.
Se uno dei Johnnys ha una relazione, deve mantenerla il più possibile privata, lontana dai riflettori. Se dovesse uscire la notizia, l'agenzia negherà ogni cosa rilasciando un comunicato ufficiale. Vale lo stesso discorso per il matrimonio, tutto deve passare attraverso l'agenzia. Inoltre, il matrimonio è concesso dopo aver compiuto i 30 anni.
Questo perché?
È presto detto.
L'immagine per un idol asiatico è tutto
I ragazzi sono tutti di bell'aspetto, a modo... insomma, devono dare l'idea di essere "uomini che tutte le donne potrebbero avere". 
Quindi, capite bene che seguendo questa logica, se si viene a sapere che un Kamenashi Kazuya è fidanzato o uno Sho Sakurai si sposa... lì, si scatena l'Apocalisse.
Prendiamo come esempio quello che è successo a Jin Akanishi.

Ex-membro dei KAT-TUN (il primo a mollare... il primo di una lunga serie, li mortè. Scusate di nuovo. lol!), decide di intraprendere una carriera da solista. D'altronde, la sua fama aveva raggiunto anche gli U.S.A. (che cu-fortuna!).

Carriera quasi stroncata sul nascere. xD
All'altezza dei suoi 27 anni ha la brillante idea di sposare l'attrice/cantante Kuroki Meisa.

Noi lo chiamiamo Bakanishi (baka=stupido) per svariati motivi... qui ne ha dato comunque conferma. Perché si sposa, infrangendo una delle regole della Johnnys e di nascosto praticamente da tutti e non contento: c'è anche una bambina in arrivo! 

Pensate che l'agenzia se ne sarebbe rimasta a guardare?
Assolutamente no. Punizioni a gogò.

  • Annullato il tour giapponese di Jin.
  • Cancellato l'evento per l'album della Meisa.
  • Jin quell'anno avrebbe dovuto interpretare Onizuka nel remake di GTO... ovviamente, è stato rimpiazzato dal cantante degli EXILE.
  • E, per concludere, è stato smantellato il suo fanclub ufficiale.

Per la serie: 'na coltellata era meglio!
Ovviamente non è stato l'unico ad essere punito.

Molti anni prima, nel 2005, è toccato ad Hiroki Uchi. All'epoca il ragazzo era minorenne e faceva parte di due band: i NEWS ed i Kanjani8. Venne sorpreso ubriaco in un locale e come punizione fu cacciato da entrambi i gruppi.

Stessa sorte toccò anche ad Hironoki Kusano, anch'egli faceva parte dei NEWS.
Ecco, questi sono alcuni esempi di cosa accade se si decide di fare di testa propria.

Ma, chiudiamo la parentesi scandali.
Perché le regole ferree non sono ancora finite:

  • iniziamo con il dire che non possono usare i social network come noi. C’è chi ha provato a crearsi degli account usando dei nomi falsi ma… una volta scoperti, sono stati cancellati. L'unico modo che hanno per interagire con i loro fan sono i "Johnny's Web". 
    Si tratta di un sito, dove i fan possono accedere pagando (niente è gratis a questo mondo >_<) in modo tale da poter leggere i post dei loro idol del cuore. 
    (Io ero appassionata di quelli dei Kanjani XD ovviamente li leggevo "sottobanco" u.u).
  • Non possono ricevere regali dalle loro fan, solo lettere. Questo, però, è dovuto ad un fatto avvenuto nel 1989. Una band ricevette, per S. Valentino, dei mattoni ricoperti di cioccolata. =______=
  • Al di fuori dell'agenzia, non possono fare altri tipi di lavori. Un ex-membro dei KAT-TUN aprì un suo negozio e ne pagò le conseguenze. XD
  • Sono tenuti, se chiesto, a dire di essersi sottoposti ad interventi di chirurgia plastica. 
    D'altronde, in Asia, questo tipo di interventi non sono poi così taboo o scandalosi come da noi. 

Probabilmente dopo aver letto tutto questo, l’entusiasmo iniziale è scemato un po’ e la faccia è tipo questa:

ma, ehi, dopotutto ogni lavoro che si rispetti richiede dei sacrifici. Purtroppo, quando c’è da firmare il contratto, dato che loro sono dei bambini, sono i genitori a farlo. A quell’età non stai di certo a pensare a tutte le cose sopracitate. 

Una volta cresciuti, poi, sono liberi di cambiare. 
Come ha fatto Tanaka Koki (lasciando nella cacchina i suoi compagni ma… dettagli.), che ha dato molto filo da torcere all’agenzia. Alla fine ha deciso di lasciare la Johnnys, per creare un altro gruppo sotto un’altra etichetta.

venerdì 16 giugno 2017

One Day



☆ Dettagli .


-Titolo: One Day
-Titolo Alternativo: My Angel
-Titolo Originale: 어느날
-Titolo Romanizzato: Eoneunal
-Genere: Drammatico
-Anno: 2017
-Diretto da: Lee Yoon Ki
-Durata: 114 min.



☆ Cast .


↘ Kim Nam Gil è Kang Soo
↘ Chun Woo Hee è Mi So
↘ Jeong Seon Kyung è la Madre di Mi So
↘ Lim Hwa Yeong è Seon Hwa
↘ Jung Soon Won è Bum Jin
↘ Kim Joong Ki è Kim Man Bok



◢ Trama ◣

La vita di Kang Soo cambia radicalmente dopo la morte di sua moglie. Lo stato depressivo che gli intasa le vene inizia a scemare quando tornato a lavoro, la compagnia assicurativa gli affida un caso particolare, Mi So, giovane ragazza in stato vegetativo coinvolta in un incidente stradale. Per investigare sul caso, Kang Soo si reca presso l'ospedale nel quale la giovane è ricoverata ed è proprio lì che realtà ed illusione si fondono. Tra quelle mura una ragazza sostiene di essere...Mi So. Il problema è che, ovviamente, solo lui riesce a vederla. 


☇ Il mondo in 3 minuti.




Se la vita durasse solo tre minuti, per voi sarebbe Primavera o Autunno? Molti sostengono che nei momenti peggiori si capisca il vero valore della vita, che questo rimanga nascosto tra le righe per sbucare fuori al momento opportuno. Penso sia una delle poche verità "vere" di questo mondo, non gonfiata da compressori delicati ne ritagliata dalle pagine di una rivista di moda. Il protagonista capirà quanto sia bello svegliarsi la mattina mentre il sole è già alto e i bambini urlano giocando sotto casa o forse lascerà che le cose rimangano fredde come una lastra di vetro posizionata a finestrone sul lato est di un palazzo da 70 piani. Una sfida continua col vento. Vi sfido a guardare il film senza uscirne cambiati. Il bello della vita è questa continua sfida. Fatevi sotto!


‿Antagonisti alla fragola‿


È strano, nella maggior parte dei casi, per cambiare un'abitudine basta impegnarsi per un mese mentre 24 ore basterebbero a cambiare una vita intera. Una bella notizia, una brutta notizia, azioni giuste o sbagliate. Chiudere gli occhi significa ricordare, abbracciare il vuoto di quelle risate scampanate che accompagnavano schiamazzi e rimproveri. Una vita in un secondo, trent'anni sparpagliati tra maturità e non.
Richieste al passato? Proposte al futuro? Proteggere le cose affinché non spariscano, imprimere la parola stop sulle sensazioni che vanno via troppo presto?
One Day, un giorno soltanto.
Buona visione.



(Scrivete sempre in oggetto il titolo del film/drama/MV).
 


U & I ☏ risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook, Instagram e Twitter!

mercoledì 14 giugno 2017

Campus Confidential




Titolo: Campus Confidential
Genere: Commedia romantica
Durata: 1h 40
Anno di rilascio: 2013
Paese d’origine: Taiwan

Cast

Lucky Wu interpretato da Chen Bolin
Kiki Liang interpretata da Chen Ivy
Mei Shue interpretata da Guo Shu Yao
Chang Sheng interpretato da Chiang Paul

Trama

Kiki Liang è la ragazza più bella e invidiata nel campus. Ha una vita perfetta: una carriera da modella, un fidanzato che tutti vorrebbero, una spropositata popolarità. È il classico tipo che tutti guardano quando passa e incarna le principali caratteristiche della snob: ama qualsiasi cosa sia raffinata e odia i nerd. Insomma, le va tutto alla grande, finché una sera s’imbatte in Lucky Wu, il nerd per eccellenza. Ma non sarà un semplice scontro… Questo particolare evento cambierà completamente la loro vita. Come? Nella loro università c’è una leggenda che…




Quattro motivi per guardare Campus Confidential,




 oppure no, a voi la scelta! (lol)




1. Non bisogna mai giudicare l’apparenza di una persona. Sì, lo so, ce lo dicono sempre, ma ammattiamo che anche l’occhio vuole la sua parte. E di certo guardando Lucky Wu, non restano molti dubbi! Ma niente è ciò che sembra! 

2. Vi sembrerà una storia già sentita, perché le serie tv sono piene di questi stereotipi, le ragazze fighe e con la puzza sotto al naso non sopportano le persone che sono il loro opposto. Vero anche questo, ma qui c’è una maledizione (ops), leggenda che cambia la vita delle persone. E non sono i numeri del jackpot di Lost.

3. Vi ricordate il primo punto? Niente è ciò che sembra… Non significa nemmeno che il nerd si trasformerà magicamente nel ragazzo più bello del mondo. No, non è una storia come quella de La bella e la bestia. Però non ci siamo lontani. 

4. Se vi piacciono le storie d’amore improbabili, tifate sempre per lo sfigato di turno e vi affascinano cose come il destino, le leggende, ecc… allora questo film fa decisamente al caso vostro.


Sappiate solo che mi hanno affascinata le ricerche che la protagonista svolge nel corso del film, aiutata dalla sua amica Mei Shue e anche da Lucky Wu.
Sono convinta che le favole siano belle, ma la vita riserva dei risvolti impensabili, che vanno oltre qualsiasi immaginazione. Siete pronti? Credo che vi piacerà Campus Confidential, oltre a tutto quello che è stato detto, ci sono anche molte scene divertenti e altre davvero imbarazzanti, al limite del surreale, da voler sparire all’istante e sperare che la gente non si ricordi niente. Ovviamente come da manuale, una bella sotto trama che fa da morale della favola.
 
E se non vi basta… per chi non lo conoscesse... in verità Lucky Wu è così… 

Non siete curiosi di vederlo trasformato nell’uomo più sfigato del mondo? Beh, credetemi, ne vale la pena! XD





(Scrivete sempre in oggetto il titolo del film/drama/MV).
U & I  risponde: se volete essere aggiornati sulle nostre uscite, seguiteci anche su Facebook e Twitter!

lunedì 5 giugno 2017

La moda questa sconosciuta! - Giappone -

Per il nostro consueto rilascio delle schede su curiosità extra, oggi vi presentiamo un argomento bizzarro per l'Oriente, esatto parliamo proprio di lei, la signora MODA!
Oggi iniziamo a parlare del Giappone, perché fare una scheda unica per tutti i paesi diventa la sintesi della Divina Commedia, quindi dividerò il post in "puntate".
Vi sembrerà strano ma la moda nei paesi orientali vista agli occhi di un occidentale è un po' come: un incidente frontale tra due tir.
Una delle caratteristiche dominanti è il COLORE, un tripudio di colori (che spesso nemmeno ci azzeccano niente l'uno con l'altro) accostati con grande ardire, risbocciano i verdi acidi accostati ai marroni, così come le colorazioni fluo abbinate a colori caldi.
Parliamo di aspetti culturali ma anche di generazioni a confronto e fisicità che con il passare del tempo portano a nuovi canoni di "bellezza".
Per alcuni paesi ritroviamo nella moda ad esempio un gusto nostalgico per il passato, come il Giappone e l'attaccamento ai kimono e yukata estivi, ad abiti di più grande spessore come quelli cerimoniali.
Il kimono è considerato l'abito per eccellenza in Giappone le sue decorazioni così come gli accessori e la cura per il particolare sono rinomati in tutto il mondo, da quello che si dice la fascia che "chiude" questo abito, l'obi, può arrivare a costare cifre esorbitanti.
Immancabili da abbinare sono poi gli zoccoletti di legno i geta (che devono fare un male cane) utilizzati con delle calze tipiche: i tabi.
Anche la cura del capo ha la sua importanza con l'uso di fermagli e racchettine dai ciondoli scintillanti e tintinnanti.
Il trucco risulta il più delle volte molto delicato e un mix tra il vedo e non vedo, immancabile però resta la base (solitamente realizzata con BB CREAM o fondotinta mixato con polveri di riso) che donano all'incarnato levigatezza (purtroppo i paesi asiatici sono tristemente famosi per i problemi acneici delle pelli).

Un abito simile poi è lo Yukata, un vestito adatto alle stagioni più calde e realizzato con colori solitamente più pastello e da fibre leggere e traspiranti come la seta. Per acquistarne uno non ci sono grandi problemi... Se siete figlie di Berlusconi, per noi comuni mortali l'unica alternativa è vendere qualche organo. Il loro costo infatti è esorbitante. Ovviamente sia il kimono che lo yukata sono indossabili da entrambi i sessi, infatti anche se solitamente i ragazzi durante le varie feste preferiscono gli abiti casual, non è poi così raro trovare uomini tradizionalisti che fanno sfoggio del proprio patriottismo indossando abiti che di per se rimarranno sempre e comunque tremendamente eleganti. Ripeto probabilmente parlando da occidentale e pantalone dipendente, dover camminare con le gambe strettissime per molte ore non deve risultare poi così comodo, ma l'atmosfera e la sensazione di eleganza che trasmettono questi indumenti è davvero impareggiabile.
Una curiosità in più da conoscere, a quanto pare il modo di camminare delle giappine per così dire a X (con i piedi storti) è sinonimo di KAWAIII (figo, carino) tanto che in molte emulano questo modo di camminare, (rovinandosi anche gli arti inferiori). Anche per le occasioni speciali, come i matrimoni il Paese del Sol Levante, non segue propriamente il nostro stile modaiolo, infatti secondo la tradizione Cinese, il bianco rappresenta il lutto, seppure al giorno d'oggi questa visione sia stata un po' ridimensionata dall'influenza estera.

Nei matrimoni tradizionali però, è ancora uso comune che lo sposo indossi un abito nero (avrà già capito la sua sorte e si preparerà psicologicamente?) con fini decorazioni bianche, mentre la sposa indossa un abito interamente bianco...
Ora vi state chiedendo anche voi il motivo?!
Beh, anche secondo me è strano ma non essendo un'esperta della cultura Giapponese avere una risposta non è semplice sempre se... Che anche loro considerino il matrimonio la tomba dell'amore?! (Dopo di questa siete padronissimi di linciarmi x°D)
Ovviamente sfatiamo il mito che i matrimoni siano celebrati SOLO a livello tradizionale! Non è vero ragazzi, nonostante la "chiusura" nipponica, anche lì troverete degli abiti da sposa "moderni" anche sbarazzini se vogliamo dirla tutta, forse non troverete la vasta gamma di colori che caratterizza noi occidentali, ma... chi si accontenta gode!
Dato un occhio abbastanza ampio al tradizionalismo, passiamo ora invece a una moda più "dei giorni nostri" (ma anche no mi auguro) apriamo il girono dell'inferno con le Ganguro Gals?!
Vi state chiedendo che cosa diavolo sono vero? Beh, in effetti anche io, so solo che di primo acchitto, non mi ispirano nessuna fiducia...
Questi esseri ibridi... sono la fusione tra MajinBu del buon vecchio Dragon Ball e Mister Satan versione Hawaiana!
Ma passiamo ai dettagli, questa "moda" affermatasi verso gli anni 2000 e diffusasi principalemente nei quartieri di Shibuya e Ikebukuro, vanta come elementi indispensabili una forte colorazione della pelle (in pieno contrasto con i canoni Giapponesi che esaltano la chiarezza e la luminosità cutanea) l'uso di accessori sgargianti e abiti succinti dai colori molto intensi.
In molti pensano che questa moda si sia impiantata come una sorta di protesta nei confronti del tradizionalismo Giapponese, ma la vera etimologia non è ancora nota ai posteri (continuerete con le vostre vite dopo queste notizie?) anche perché, se qualcuno si presentasse in questo modo a casa vostra... Voi come reagireste?
Potremmo continuare annoverando le lolite style, le maid, i cospleyer, gli emo...
Tutte categorie ormai salpate anche oltreoceano e che hanno trovato fissa dimora anche nei nostri paesi ma poi... la scheda diventerebbe troppo lunga quindi vi lascio con le immagini!
Spero che la scheda vi sia piaciuta e di non essermi dilungata troppo (come mio solito) vi rimando al prossimo rilascio delle nostre rubriche!
Se avete domande, dubbi o perché no, volete suggerirci un tema da affrontare noi siamo qui, sempre a vostra disposizione!





giovedì 1 giugno 2017

Yamazaki Kento

Nome: Yamazaki Kento.
Nome in kanji: 山崎賢人.
Data di nascita: 7 Settembre 1994.
Luogo di nascita: Tokyo, Giappone.
Altezza: 1,78.
Gruppo sanguigno: A.
Segno zodiacale: Vergine.
Professione: Attore e modello.
Agenzia: Stardust Promotion.
Per chi volesse seguirlo sui social: Instagram

L'uomo che sussussarava ai live-action!
È così che l'ho soprannominato... ed ho appena scoperto che di recente viene chiamato "Principe dei film Shoujo", che più o meno siamo lì. XD
Sono certa che, anche se non è il vostro attore preferito o nemmeno sapete chi è, lo avrete comunque visto in una qualche trasposizione live di manga. 
Molte di noi sono approdate nel mondo dei drama, proprio attraverso i nostri manga o anime preferiti. 

Mmh, sento una voce in lontananza che dice: "e mamma mia, quanti ne avrà fatti mai?", presto detto, ecco la lista:
  • Another - 2012
  • L•DK - 2014
  • No Longer Heroine / Hiroin Shikkaku - 2015
  • Orange - 2015
  • Death Note - 2015 (drama)
  • Your Lie in April - 2016
  • Wolf Girl and Black Prince - 2016
  • Yo-Kai Watch the Movie: Sora Tobu Kujira to Daburu Sekai no Daiboken da Nyan - 2016
  • One Week Friends - 2017
  • The Disastrous Life of Saiki K - 2017 che potete trovare QUI ♥
  • JoJo's Bizarre Adventure: Diamond is Unbreakable - 2017

Nel corso degli anni lo abbiamo visto nelle vesti di tanti personaggi ma soprattutto ha sfoggiato tanti tipi diversi di acconciature... XD
Ve ne do un'assaggio:

1 - in versione Kurosagi (Yamapi) XD in L•DK
2 - in versione Yuya Tegoshi dei NEWS in Wolf Girl and Black Prince
3 - in The Disastrous Life of Saiki K (maaaamma mia...XD)
4 - in Jojo's Bizzarre Adventure.
Quale preferite?
Io... mi tiro fuori dal sondaggio e lo scelgo nelle vesti del sexy detective con le occhiaie L :P
Death Note è un drama che ho criticato tantissimo perché sono innamorata dell'anime, ma verso la fine sono riuscita a vederlo con un occhio diverso e non è da cestinare. 
Se visto discostato dalla versione animata/cartacea è ben fatto, gli attori sono stati all'altezza dei ruoli da interpretare come il suo collega Masataka Kubota (Light/Kira).


Cos'altro dire di lui... è un ragazzo molto tosto perché, tenetevi forte, le sue bevande preferite sono: l'acqua minerale e i succhi di frutta!! X°°D che tesorino adorabile. ♥
Non sa cucinare (batti 5 fratello), le uniche cose che sa fare sono le omelette e le uova fritte. Forse è per questo che in Suki na Hito ga Iru Koto (un nostro progettino, trovate la scheda QUI ) la sua specialità erano le Omurice? XD
Tra le sue passioni spunta il calcio, infatti ha raccontato che se non fosse diventato un attore, avrebbe voluto fare il calciatore o l'allenatore... oppure avrebbe lavorato in un negozio di abbigliamento. Per la serie: sognare alto ma restare con i piedi per terra! Mi piace! 
Mentre cercavo altre sue informazioni per conoscerlo meglio, ho trovato due cose interessanti/divertenti che ha scritto sul photobook "The Kentos":
"Solitamente non porto molti bagagli quando viaggio, anche nelle attività lavorative. È fastidioso portarsi troppe cose e posso comprarmi l'intimo nei luoghi dove vado."
Questa è una giusta filosofia anche se poi ho pensato... le compri lì ma poi te le devi riportare a casa, quindi dopo i bagagli aumentano. Insomma, furbo sì ma non troppo a parere mio. X°°°D
"Sono molto debole al mattino. Mi addormento facilmente e quando succede, è difficile svegliarmi.Ultimamente mi sono svegliato da solo, ma sto facendo davvero fatica a farlo. E dopo essermi svegliato il mio umore è davvero pessimo."
In questo lo capisco al 100%. Solo che lui, andando avanti con il racconto dice anche che, grazie al suo lavoro, ha imparato a svegliarsi da solo, senza far suonare la sveglia milioni di volte, si alza presto e senza innervosirsi. Ecco, beato lui, sul serio. Io sono un lupo mannaro almeno per 2 ore. X°°°°°°°°°D


Ora do a voi la parola: che ne pensate di Kento? ^__^